L’incontro a Desenzano con gli assessori al turismo di Lombardia, Veneto e Trentino rilancia i piani di promozione unitaria del sistema vacanza benacense

Confermato il progetto interregionale Garda Unico

Di Redazione

Si è svolto mer­coledì scor­so, pres­so il Park Hotel di Desen­zano del Gar­da, l’atteso ver­tice inter­re­gionale per la definizione del nuo­vo piano tri­en­nale di pro­mozione uni­taria del lago. Ad accogliere le del­egazioni al com­ple­to — con i pres­i­den­ti dei tre con­sorzi garde­sani e gli asses­sori al Tur­is­mo di Lom­bar­dia, Vene­to e Trenti­no – era pre­sente il sin­da­co di Desen­zano , affi­an­ca­to dall’assessore al tur­is­mo e dall’assessore al bilan­cio Pietro Avanzi.

Al cen­tro dell’attenzione nel cor­so dell’appuntamento, a cui han­no parte­ci­pa­to per la parte lom­bar­da il neo asses­sore Lara Mag­o­ni e il pres­i­dente di Gar­da Lom­bar­dia , era il pro­gram­ma delle azioni che saran­no messe in cam­po per con­fer­mare il trend di cresci­ta del tur­is­mo bena­cense, vola­to nel giro di pochi anni a quo­ta 25 mil­ioni di pre­sen­ze, di cui ben 19 stranieri. Risul­tati lus­inghieri, che por­tano il lago ad essere nel­la top ten delle regioni tur­is­tiche d’Europa nonos­tante la con­cor­ren­za dei com­peti­tor inter­nazion­ali e, in par­ti­co­lare, delle aree low cost di Europa dell’Est, Nord Africa e Medio Ori­ente.

La notizia pos­i­ti­va – ha affer­ma­to il pres­i­dente Ceri­ni al ter­mine dell’incontro – riguar­da l’identità di vedute di tut­ti i pre­sen­ti sul­la neces­sità di inve­stire sul brand Gar­da. La col­lab­o­razione tra enti diver­si, due regioni e una provin­cia autono­ma, è un esem­pio più uni­co che raro nel set­tore del mar­ket­ing ter­ri­to­ri­ale, e risponde con effi­ca­cia alle esi­gen­ze di un’area, il lago di Gar­da, che i tur­isti con­sid­er­a­no un unicum, sen­za con­fi­ni tra le diverse local­ità di vil­leg­giatu­ra”.

Un incon­tro profi­c­uo per rib­adire l’im­por­tan­za del brand Gar­da — ha det­to l’asses­sore regionale al Tur­is­mo, mar­ket­ing ter­ri­to­ri­ale e Moda, Lara Mag­o­ni -, realtà tur­is­ti­ca strate­gi­ca che tut­ti insieme vogliamo con­tin­uare a val­oriz­zare. Da sem­pre, infat­ti, fa la sua parte — e con­tin­uerà a far­lo — per pro­muo­vere le bellezze e le unic­ità dei nos­tri ter­ri­tori”.

Il prossi­mo pas­so riguardante il piano oper­a­ti­vo di riguarderà l’istituzione di un tavo­lo tec­ni­co tra regioni e con­sorzi per la definizione nel det­taglio delle attiv­ità di pro­mozione per il tri­en­nio 2019/2021.