Proposta fra gastronomia e turismo. Il loro impegno, risorsa per il territorio

Confraternite serve un’alleanza

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Lago di Garda

Un coor­di­na­men­to delle con­fra­ter­nite gas­tro­nomiche che pos­sa dare rilie­vo all’azione pro­mozionale inces­sante e ric­ca di pas­sione che questi sodal­izi, attivi in gran numero nel Bres­ciano, con­tin­u­ano ad esercitare sen­za scopo di lucro. Ques­ta la pro­pos­ta lan­ci­a­ta dal pres­i­dente del Club Pesce di Lago, Ren­zo Furla­nis, nel­la sec­on­da ser­a­ta di gala orga­niz­za­ta nell’ambito del­la 19ª Rasseg­na del pesce, del e dell’olio d’oliva extravergine, che si con­clude uffi­cial­mente oggi, ma che nel­la realtà rimar­rà come appun­ta­men­to fis­so del giovedì nei dieci ris­toran­ti del cir­cuito (per infor­mazioni: www.stradadeivini.it). Come tradizione, la man­i­fes­tazione si pro­pone anche di aprire dibat­ti­ti su tem­atiche rel­a­tive al ter­ri­to­rio, al tur­is­mo, alle pro­duzioni agroal­i­men­ta­ri: e nell’attesa dell’annuncio di una ser­a­ta sulle dif­fi­coltà del­la pesca nel Gar­da, che assumerà ampia ril­e­van­za vis­to il prob­le­ma, Furla­nis ha invi­ta­to da Oscar, ai Bar­cuzzi, i rap­p­re­sen­tan­ti di numerose con­fra­ter­nite (dai Tav­ernieri del Bot­ti­ci­no al Gran Pri­o­ra­to del Lugana, dai Castel­lani del Chiaret­to alla Con­fra­ter­ni­ta del , al Club del Buongus­taio). «Si trat­ta di realtà spes­so igno­rate, poco riconosciute, ma che svol­go­no un com­pi­to di pro­mozione impor­tante per il ter­ri­to­rio e i — ha det­to -. Un coor­di­na­men­to potrebbe servire per aumentare la rap­p­re­sen­tan­za e guadagnare spazi per questi sodal­izi in fiere come Ali­ment o Fran­ci­a­cor­ta in Bian­co, e per trovare un per­cor­so comune che pos­sa risolver­si in un’azione pro­mozionale sin­er­gi­ca capace di dare la gius­ta sod­dis­fazione anche a chi si impeg­na per amore di un prodot­to sen­za chiedere nul­la in cambio».

Parole chiave: -