La conquista della montagna

Di Luigi Del Pozzo

In occa­sione del work­shop di ricer­ca in cor­so a Campi di Riva del Gar­da dal 4 al 10 mag­gio 2014, il MAG, insieme ai cura­tori del prog­et­to e agli stu­den­ti del­l’U­ni­ver­sità di Pado­va, ha incon­tra­to oggi la stam­pa per pre­sentare le attiv­ità sci­en­ti­fiche di ricer­ca atti­vate durante la set­ti­mana di stu­dio, i cui esi­ti saran­no pre­sen­tati al pub­bli­co dagli stu­den­ti e dalle stu­dentesse saba­to 10 mag­gio alle 10.30 al Museo di Riva del Gar­da.

Sono inter­venu­ti:
Gio­van­ni Pel­le­gri­ni, respon­s­abile MAG
Gian Pietro Bro­gi­o­lo, DBC Dipar­ti­men­to dei beni cul­tur­ali, Uni­ver­sità degli Stu­di di Pado­va
Mon­i­ca Ron­chi­ni, Fon­dazione Museo Stori­co del Trenti­no / MAG Museo Alto Gar­da
Gli stu­den­ti del­l’U­ni­ver­sità di Pado­va parte­ci­pan­ti al work­shop

A Campi di Riva del Gar­da un grup­po di stu­den­ti dell’università di Pado­va coin­volti in un prog­et­to di ricer­ca si stan­no impeg­nan­do a ricostru­ire il pae­sag­gio stori­co, in un’azione comune con le asso­ci­azioni locali, i res­i­den­ti e i tes­ti­moni di questo pic­co­lo cen­tro agri­co­lo di mez­za mon­tagna. Insieme, con un ric­co pro­gram­ma di inizia­tive ed even­ti per inda­gare il pas­sato, leg­gere il pre­sente e inter­pretare le linee di svilup­po del futuro di questo vil­lag­gio alpino. Per­ché stu­di­are il ter­ri­to­rio stori­co e le sue trasfor­mazioni attra­ver­so la doc­u­men­tazione archivis­ti­ca, le mappe storiche e le trac­ce pre­sen­ti nei luoghi è un imper­a­ti­vo per com­pren­dere il pae­sag­gio attuale.
Fare di Campi un cen­tro di ricer­ca uni­ver­si­tario è l’ambizione del prog­et­to frut­to del­la col­lab­o­razione fra MAG Museo Alto Gar­da, DBC — Dipar­ti­men­to dei Beni cul­tur­ali dell’Università degli Stu­di di Pado­va e asso­ci­azioni di Campi. Nel cor­so del­la set­ti­mana dal 4 al 10 mag­gio sono in pro­gram­ma da un lato un’attività di ricer­ca sul cam­po, dall’altro un ric­co pro­gram­ma di ser­ate con man­i­fes­tazioni e appun­ta­men­ti orga­niz­za­ti dalle asso­ci­azioni locali.
Con La con­quista del­la mon­tagna pros­egue il per­cor­so di col­lab­o­razione fra MAG Museo Alto Gar­da e Uni­ver­sità degli Stu­di di Pado­va, nato nel sol­co delle prece­den­ti ricerche sui Pae­sag­gi Stori­ci del Som­mo­la­go, e si con­figu­ra come un nuo­vo capi­to­lo del­la ricer­ca sul­la sto­ria del ter­ri­to­rio intrapre­so negli ulti­mi anni dal museo del Bas­so Sar­ca.

Si ricor­dano i due appun­ta­men­ti di domani, mer­coledì 7 mag­gio 2014, aper­ti al pub­bli­co:
17.30 — Scuo­la di Campi
Agri­coltura del pas­sato, agri­coltura del pre­sente — Incon­tro con Pao­lo Miorel­li, Fon­dazione Edmund Mach
20.30 — Scuo­la di Campi
I vil­lag­gi rurali, fra sto­ria, abban­dono e prospet­tive: dial­o­go fra una geografa, uno stori­co del pae­sag­gio, uno stori­co e un pae­sag­gista
Inter­ven­ti di Ele­na Dai Prà (Uni­ver­sità di Tren­to), Gian Pietro Bro­gi­o­lo (Uni­ver­sità di Pado­va), Gior­gio Tecil­la (Provin­cia autono­ma di Tren­to — Dip. Ter­ri­to­rio Agri­coltura Ambi­ente Foreste), Giuseppe Fer­ran­di (Fon­dazione Museo stori­co del Trenti­no)
Mod­era Mon­i­ca Ron­chi­ni (Fon­dazione Museo stori­co del Trenti­no — MAG Museo Alto Gar­da)