Illustrato «Multimisura», progetto di orientamento finanziato sul Garda dall’Unione europea. Il progetto vede la collaborazione di Comune, scuole e società

«Consigli» per trovare un lavoro

16/10/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Salò

Salò è il Comune capofi­la di una cor­da­ta com­pren­dente il Dis­tret­to sco­las­ti­co 40, l’Is­ti­tu­to tec­ni­co Cesare Bat­tisti, l’En­ri­co Medi, la media Gabriele D’An­nun­zio, il liceo Enri­co Fer­mi, l’Ip­saa Dan­do­lo sede di Lona­to, il Cen­tro di for­mazione di Vil­lan­uo­va, il Pro­fes­sion­ale di sta­to per l’in­dus­tria e l’ar­ti­giana­to Moret­to, quel­lo per i servizi com­mer­ciali e sociali Piero Sraf­fa, entram­bi in cit­tà, la Comu­nità del Gar­da, l’Azien­da spe­ciale con­sorzio Gar­da Uno, la Laser srl, la Sesvil srl, l’As­so­ci­azione cen­tro di sol­i­da­ri­età, il Cen­tro di for­mazione Deda­lo 2001. Non man­ca la col­lab­o­razione del­la Comu­nità mon­tana par­co Alto Gar­da. Lo scopo: real­iz­zare un prog­et­to di ori­en­ta­men­to alla for­mazione e al lavoro e oppor­tu­nità pro­fes­sion­ali, denom­i­na­to «Mul­ti­misura», finanzi­a­to dal Fon­do sociale europeo per 440mila euro, 852 mil­ioni di vec­chie lire. In un anno dovreb­bero essere coin­volte più di duemi­la per­sone, fra gio­vani, adul­ti (dis­oc­cu­pati e no) e stu­den­ti. Ieri mat­ti­na l’inizia­ti­va è sta­ta illus­tra­ta nel salone con­sil­iare del Palaz­zo munic­i­pale. Per quan­to con­cerne gli obi­et­tivi, Mas­si­m­il­iano Bergo­mi, project leader e ammin­is­tra­tore uni­co del­la Sesvil, soci­età di ricer­ca e selezione del per­son­ale che svilup­perà una parte del per­cor­so, affer­ma che «le undi­ci azioni pre­viste han­no l’o­bi­et­ti­vo di infor­mare sul­l’of­fer­ta for­ma­ti­va, le attiv­ità emer­gen­ti e gli sboc­chi occu­pazion­ali. Ampio spazio ver­rà dato alla pre­sen­tazione di alcune nuove tipolo­gie nei set­tori del tur­is­mo, del­la tutela del­l’am­bi­ente e del­la cul­tura locale, inte­sa come pro­mozione delle tipic­ità agroal­i­men­ta­ri». «Il prog­et­to — rib­adisce l’asses­sore alla Pub­bli­ca istruzione, sport e gio­vani Gabriele Cominot­ti — dà risposte in ter­mi­ni di infor­mazione, conoscen­za e anal­isi di se stes­si, for­mazione ori­en­ta­ti­va, sup­por­to per la real­iz­zazione di idee impren­di­to­ri­ali, spe­cial­mente per le donne. Va insom­ma incon­tro al fab­bisog­no di mag­giore con­sapev­olez­za su tre dimen­sioni fon­da­men­tali che stan­no a monte delle scelte indi­vid­u­ali: carat­ter­is­tiche per­son­ali, mer­ca­to ter­ri­to­ri­ale e miglio­ra­men­to pro­fes­sion­ale». Cominot­ti sot­to­lin­ea che ver­rà for­ni­to «un qual­i­fi­ca­to e speci­fi­co servizio di ori­en­ta­men­to alla for­mazione ed al lavoro per tut­ti col­oro, gio­vani e meno, che cer­cano un mestiere, che vogliono cam­biar­lo, o inten­dono scegliere fra diver­si per­cor­si, tenen­do però sot­t’oc­chio le oppor­tu­nità pro­fes­sion­ali espresse dal­la realtà garde­sana in set­tori di par­ti­co­lare inter­esse: tur­is­ti­co, ambi­en­tale, il pat­ri­mo­nio tipi­co agroal­i­menta­re, ecc». Il prog­et­to, finanzi­a­to da Regione Lom­bar­dia, min­is­tero del Lavoro e Unione euro­pea, è orga­niz­za­to per mod­uli, e con­sente di seguire l’in­tero per­cor­so o costru­irne uno ad hoc, in base ai pro­pri inter­es­si. Parte­ci­pazione com­ple­ta­mente gra­tui­ta. Intan­to è par­ti­to il pri­mo ban­do, rel­a­ti­vo all’in­for­mazione ori­en­ta­ti­va (25 posti disponi­bili per cias­cu­na delle 15 edi­zioni, da cinque ore cias­cu­na). Il sec­on­do riguarderà il sosteg­no all’ap­prendi­men­to e si svol­gerà dal 21 novem­bre: 23 ore per cias­cun grup­po, for­ma­to da 15 per­sone. temi: gli aspet­ti del­la paro­la, del­la per­sua­sione e del com­por­ta­men­to, lo schema delle moti­vazioni, la comu­ni­cazione, la relazione di grup­po. Un altro ban­do riguar­da la leg­is­lazione (con­trat­ti, lavoro interi­nale, sicurez­za, ecc.). E così via. Per infor­mazioni, tele­fonare in munici­pio a Salò, numero 0365–296827.