Giancarlo Allegri, sindaco del Comune di Padenghe, è stato nominato Presidente dei Comitato di Gestione per i Servizi Intercomunali di Polizia Urbana.

Consorzio Vigili, basso Garda, nominato il presidente

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Gian­car­lo Alle­gri, sin­da­co del Comune di Padenghe, è sta­to nom­i­na­to Pres­i­dente dei Comi­ta­to di Ges­tione per i Servizi Inter­co­mu­nali di Polizia Urbana.Il prob­le­ma “sicurez­za” richiede soluzioni inno­v­a­tivi improntate ad ottenere servizi di con­trol­lo dei ter­ri­to­rio coor­di­nati, effi­ci­en­ti e snel­li dal pun­to di vista organizzativo.Per questo due mesi fa i Comu­ni di Sirmione, Padenghe e Poz­zolen­go han­no stip­u­la­to una con­ven­zione e il 30 mag­gio scor­so il sin­da­co dei Comune di Padenghe, Gian­car­lo Alle­gri, è sta­to nom­i­na­to Pres­i­dente dei Comi­ta­to di Ges­tione per i Servizi Inter­co­mu­nali di Polizia Urbana. Il fun­zionario respon­s­abile del­la con­ven­zione è il dott. Car­lo Car­o­mani. L’o­bi­et­ti­vo pri­or­i­tario del­la con­ven­zione è quel­lo di garan­tire una mag­gior pre­sen­za di vig­ili urbani sul ter­ri­to­rio dei tre Comu­ni in modo par­ti­co­lare nelle ore not­turne. Gra­zie alla con­ven­zione le pat­tuglie pos­sono essere for­mate con vig­ili di tut­ti i tre comu­ni inter­es­sati, con­sen­ten­do in tal modo un mon­i­tor­ag­gio dei ter­ri­to­rio decisa­mente più pun­tuale ed effi­cace. I pri­mi effet­ti non si sono fat­ti atten­dere: si è nota­ta mag­giore pre­sen­za di vig­ili urbani nei giorni fes­tivi e sono sta­ti inten­si­fi­cati i con­trol­li nei con­fron­ti di immi­grati irre­go­lari. Sem­pre in tema di sicurez­za è sta­to richiesto un finanzi­a­men­to alla Regione Lom­bar­dia per l’in­stal­lazione di tele­camere (già oper­a­tive nel Comune di Sirmione): gra­zie al con­cor­so del­la Regione altre tele­camere potran­no essere instal­late nei Comu­ni di Padenghe e Poz­zolen­go. La con­ven­zione ha per­me­s­so di uni­for­mare molte pro­ce­dure buro­cratiche (in par­ti­co­lare quelle rel­a­tive alle ordi­nanze) con evi­den­ti van­tag­gi eco­nomi­ci e di snellez­za orga­niz­za­ti­va: in altre parole mag­giori risorse per i servizi ai cittadini.E impor­tante sot­to­lin­eare come ques­ta con­ven­zione non è una inizia­ti­va iso­la­ta ma si inserisce in un quadro più vas­to di col­lab­o­razione tra i Comu­ni di Sirmione, Padenghe e Poz­zolen­go i cui ammin­is­tra­tori sono forte­mente con­vin­ti che solo gra­zie ad una impostazione coor­di­na­ta del­l’at­tiv­ità ammin­is­tra­ti­va e alla ges­tione dei servizi in for­ma asso­ci­a­ta si pos­sano offrire reali van­tag­gi ai pro­pri cit­ta­di­ni.

Parole chiave:

Commenti

commenti