All’incontro esperti e politici. L’assessore Bendinelli: «Serve coordinamento tra enti»

Consulto di un giorno per fare la diagnosi della salute del lago

15/01/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Garda

Le mas­sime autorità politiche comu­nali, provin­ciali e i ver­ti­ci del­la Regione, saran­no in pri­ma fila saba­to al con­veg­no sul­la salute del lago che si ter­rà a par­tire dalle 9.30 al Palaz­zo dei Con­gres­si di Gar­da. A fian­co dei politi­ci ci saran­no gli organ­is­mi dep­u­tati alla sal­va­guardia ambi­en­tale bena­cense, per fare il pun­to sul­lo sta­to del­l’in­tero baci­no garde­sano. «La sal­va­guardia del . Inter­ven­ti, risul­tati, pro­gram­mi» è il tito­lo del­l’ap­pun­ta­men­to orga­niz­za­to dal­l’Ags, l’, che è sta­to pre­sen­ta­to ieri mat­ti­na in Provin­cia dall’assessore provin­ciale e sin­da­co di Gar­da Davide Bendinel­li, con l’asses­sore all’E­colo­gia provin­ciale Camil­lo Pilati e il pres­i­dente del­l’Azien­da garde­sana servizi, Vit­tori­no Zanet­ti. Inizia­ti­va patro­ci­na­ta dal Comune di Gar­da e dalle Regioni Vene­to e Lom­bar­dia e orga­niz­za­to in col­lab­o­razione con la e il Con­sorzio Gar­da è? Ai lavori inter­ver­ran­no tutte le per­son­al­ità che si occu­pano di salute e tutela ambi­en­tale e saran­no coor­di­nati da Fabio Bor­to­lazzi, pres­i­dente del­la Cam­era di com­mer­cio di Verona. Dopo il salu­to del pres­i­dente del­l’Ags Vit­tori­no Zanet­ti, inter­ver­ran­no pure il pres­i­dente del­la Giun­ta regionale vene­ta Gian­car­lo Galan, gli asses­sori all’am­bi­ente del Vene­to e del­la Lom­bar­dia rispet­ti­va­mente Rena­to Chisso e Fran­co Nicoli Cris­tiani, l’asses­sore regionale ai lavori pub­bli­ci del Vene­to Mas­si­mo Gior­get­ti, il pres­i­dente del­la Provin­cia di Verona Alear­do Mer­lin e il sot­toseg­re­tario alle Riforme isti­tuzion­ali Aldo Branch­er. La scalet­ta degli inter­ven­ti inizierà alle 9.45 con la relazione del pro­fes­sor Giuseppe Chi­au­dani sul­la «Situ­azione lim­no­log­i­ca» del baci­no garde­sano, per pros­eguire quin­di con quel­la del­l’ingeg­n­er Mario Quaglia sul­la «Anal­isi del sis­tema di col­let­ta­men­to e delle acque reflue», pre­vista alle 10.30. Dopo una breve pausa, seguirà una relazione sul­la Autorità ter­ri­to­ri­ale otti­male del Gar­da, per esam­inare le «Prospet­tive degli enti oper­an­ti nei servizi pub­bli­ci locali». È pre­vista anche la pre­sen­za dei sin­daci dei Comu­ni riv­ieraschi garde­sani, ovvi­a­mente molto inter­es­sati all’ar­go­men­to. Tra questi, a fare gli onori di casa nel­la doppia veste di sin­da­co di Gar­da ed asses­sore provin­ciale al tur­is­mo, Davide Bendinel­li. «Questo con­veg­no del­l’Ags», spie­ga, «è assai impor­tante per porre le basi di un profi­c­uo con­fron­to tra gli enti che tute­lano la salute del Gar­da. Il lago è infat­ti un bene trop­po prezioso per rischiare di mal tute­larne la salute e oggi trop­po spes­so si nota la grave assen­za di coor­di­na­men­to, anche tra gli enti pub­bli­ci che si occu­pano del baci­no garde­sano. Per questo, non solo è impor­tante ma è fon­da­men­tale rius­cire a creare un’u­nità di inten­ti e un coor­di­na­men­to tra queste forze, così che si pos­sa remare tut­ti assieme in una direzione per rius­cire a tute­lare un bene fon­da­men­tale quale è la salute del nos­tro bacino».