Il Comune di Desenzano presenta lo studio di fattibilità dell’ex caserma Beretta e avvia i lavori su via Castello

Continua a Desenzano del Garda la riqualificazione del centro storico

Parole chiave:
Di Redazione

Nell’ottica del­la riqual­i­fi­cazione del cen­tro stori­co, il Comune di Desen­zano annun­cia l’inizio dei lavori di sis­temazione del­la parte alta di via Castel­lo, dal­la bifor­cazione a metà via (all’altezza dell’Ozioso castel­lano) fino alla som­mità del­la stra­da che col­le­ga la parte “bas­sa” del cen­tro al maniero cit­tadi­no. Su ques­ta via, nelle prossime set­ti­mane, sarà sis­tem­ato il ciot­to­la­to e sos­ti­tui­ta la pietra ser­e­na gri­gia, che cos­ti­tu­isce il cam­mi­na­men­to prin­ci­pale. L’intervento costerà al Comune cir­ca 120mila euro.

La riqual­i­fi­cazione di via Castel­lo, spie­ga il vicesin­da­co e asses­sore ai Lavori pub­bli­ci Rodol­fo Bertoni, «si rende indis­pens­abile e non più rin­vi­a­bile per lo sta­to di rov­ina del­la pietra ser­e­na e di disses­to del­la parte a ciot­toli che potrebbe provo­care dan­ni all’incolumità delle per­sone e non gio­va all’immagine tur­is­ti­ca del­la cit­tà. Inoltre è fun­zionale al futuro com­ple­ta­men­to del restau­ro del castel­lo con il nuo­vo teatro-audi­to­ri­um da 600 posti, rica­va­to nell’ex caser­ma “Beretta”».

Sarà infat­ti pre­sen­ta­to ven­erdì 29 gen­naio alle 20.45, pro­prio nel Salone Gino Benedet­ti, lo stu­dio di fat­tibil­ità per il recu­pero e la val­oriz­zazione dell’ex caser­ma “Beretta”. Durante la ser­a­ta dal tito­lo “Tra ter­ra e cielo. La rinasci­ta del castel­lo di Desen­zano”, inter­ver­ran­no il sin­da­co , il prog­et­tista Gio­van­ni Tortel­li, l’assessore all’Urbanistica Mau­r­izio Tira e il vicesin­da­coRodol­fo Bertoni, il quale pre­sen­terà l’accordo di pro­gram­ma con l’Agenzia delle entrate di Milano per l’acquisizione delle restanti par­ti dema­niali, ovvero le mura, i quat­tro tor­resi­ni anco­ra esisten­ti e il mas­tio. Come spie­ga il vicesin­da­co, «queste porzioni del castel­lo ver­ran­no a breve acquisite gra­tuita­mente dal demanio e ver­ran­no a far parte del pat­ri­mo­nio comu­nale, a fronte dell’impegno da parte dell’amministrazione di prevedere gli inves­ti­men­ti nec­es­sari di val­oriz­zazione, con­sis­ten­ti in inter­ven­ti di pulizia e restau­ro di mura e tor­rioni, che saran­no spalmati su tre annu­al­ità: la pri­ma parte delle mura, su via Mon­te­grap­pa, com­porterà un inves­ti­men­to di 130mila euro già nel 2016, poi altri cen­tomi­la saran­no investi­ti rispet­ti­va­mente nel 2017 e nel 2018 per le restanti par­ti acquisite».

Dopo i pri­mi due inter­ven­ti di risana­men­to, curati dall’arch. Alessan­dro Baz­zof­fia e inau­gu­rati uno il 22 aprile 2007 per la parte del mas­tio, le mura di nord-ovest e una porzione del cor­tile e l’altro l’8 mar­zo 2014 per le mura set­ten­tri­on­ali fino all’attuale speco­la e gli ex allog­gi degli uffi­ciali, il castel­lo di Desen­zano è tor­na­to a essere vis­su­to da cit­ta­di­ni e turisti.

«Con il recu­pero del­la caser­ma “Beretta” – dichiara il sin­da­co di Desen­zano Rosa Leso – il castel­lo potrà rinascere e diventare final­mente il cuore cul­tur­ale del­la cit­tà. L’ulteriore cresci­ta dell’attrattività tur­is­ti­ca di Desen­zano pas­sa attra­ver­so un deciso rilan­cio cul­tur­ale, che sarà pos­si­bile gra­zie a un nuo­vo teatro e a un luo­go di incon­tro e cul­tura, nel pieno cen­tro cit­tadi­no. Un nuo­vo bari­cen­tro, che sarà da traino per lo svilup­po tur­is­ti­co ed eco­nom­i­co, e diven­terà il ful­cro di mostre, spet­ta­coli e man­i­fes­tazioni per le famiglie e gli ospi­ti di Desenzano».

Parole chiave: