La manifestazione si terrà dal 15 al 18 marzo

Conto alla rovescia per la fiera:protagonisti economia e folclore

09/03/2007 in Fiere
Di Luca Delpozzo

Poz­zolen­go in fes­ta con l’ultracentenaria che dal 15 al 18 mar­zo orga­niz­za l’edizione numero 105. La data di nasci­ta, infat­ti, del­la rasseg­na è il lon­tano 2 feb­braio 1903 come tes­ti­mo­nia una delib­era del Con­siglio comu­nale dell’epoca, cus­todi­ta nell’Archivio stori­co del Comune. L’antico impeg­no era quel­lo di isti­tuire una «Fiera annua nel dì di , 19 mar­zo». Questo decide­va il Con­siglio comu­nale di Poz­zolen­go, pre­siedu­to dall’allora sin­da­co Amil­care Baroni, alla pre­sen­za dei con­siglieri Cosi­mo Vis­chioni, Bor­to­lo Guer­ra, Fil­ip­po Mari­noni, Anto­nio Marai, Domeni­co Vis­chioni, Ste­fano Cobel­li e Loren­zo Tel­laroli, con approvazione all’unanimità.L’importante deci­sione venne subito comu­ni­ca­ta alla Prefet­tura, isti­tuzione pre­pos­ta a quei tem­pi a con­cedere l’autorizzazione, al fine di un sol­lecito inizio dell’organizzazione dell’evento. Per l’occasione la Giun­ta munic­i­pale deliberò uno stanzi­a­men­to di 110 lire (spe­sa da con­sid­er­ar­si facolta­ti­va e per­tan­to da sot­to­porre al giudizio del Con­siglio comu­nale). Da lì la grande pub­blic­ità per la manifestazione.Qualche anno più tar­di e dopo un fit­tis­si­mo epis­to­lario fra l’allora sin­da­co Fil­ip­po Mari­noni ed il Prefet­to di Bres­cia si decise di orga­niz­zare anche un mer­ca­to men­sile del bes­ti­ame che, isti­tu­ito fra mille dif­fi­coltà nor­ma­tive il 3 mag­gio del 1908 dall’anno seguente andò ad arric­chire la pro­gram­mazione del­la Fiera di San Giuseppe, diven­tan­done l’appuntamento di mag­gior attrazione fino agli anni Sessanta.Ma è soprat­tut­to negli anni Cinquanta/Sessanta che la Fiera di San Giuseppe divenne, per il numero di vis­i­ta­tori e per l’interesse eco­nom­i­co che grav­i­ta­va attorno al Mer­ca­to del bes­ti­ame non anco­ra penal­iz­za­to dal­la mec­ca­n­iz­zazione nelle cam­pagne, uno dei momen­ti eco­nomi­ci, tur­is­ti­ci e cul­tur­ali più impor­tan­ti delle Province di Bres­cia, Man­to­va e Verona.Tra le varie pro­poste si seg­nalano le varie dimostrazioni di aratu­ra e bat­ti­tu­ra del gra­no in epoche antiche, la 27ª edi­zione del­la cam­mi­na­ta tra le vigne del Lugana, lo spet­ta­co­lo – aper­i­ti­vo con Giusi Zenere (ore 18 di saba­to 17 mar­zo audi­to­ri­um scuole medie), i momen­ti ind­i­riz­za­ti ai bam­bi­ni e quel­li ded­i­cati al gus­to con i prodot­ti del­la dis­pen­sa moreni­ca e le cene/degustazione con pro­dut­tori e ris­tora­tori del­la zona. Altro appun­ta­men­to di con­cre­to inter­esse, l’inaugurazione uffi­ciale del­la nuo­va pavi­men­tazione e dell’arredo urbano del cen­tro stori­co, a segui­to dei lavori di riqual­i­fi­cazione real­iz­za­ti anche gra­zie al con­trib­u­to del­la asses­so­ra­to com­mer­cio e fiere.