"Orchis 2000", prima conferenza, internazionale il cui scopo consiste nell'approfondimento di questa tematica, da domenica 14 a Venerdì 19 maggio.

Convegno internazionale dedicato all’orchidea

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Dopo la mostra fotografi­ca real­iz­za­ta in col­lab­o­razione con il civi­co di sto­ria nat­u­rale di Verona e con il patrocinio del­l’asses­so­ra­to alla Cul­tura di Verona, la sezione scalig­era del Giros, vale a dire il Grup­po ital­iano ricerche orchidee spon­tanea ha pron­to adesso il suo pez­zo forte del­la sta­gione, anzi, del nuo­vo mil­len­nio. Sti­amo par­lan­do di “Orchis 2000”, pri­ma con­feren­za inter­nazionale il cui scopo con­siste nel­l’ap­pro­fondi­men­to di ques­ta tem­at­i­ca, che gli orga­niz­za­tori real­izzer­an­no non solo attra­ver­so le relazioni di numerosi fra i più autorevoli esper­ti europei del set­tore, ma anche attra­ver­so l’in­te­grazione del pro­gram­ma sci­en­tifi­co con varie attiv­ità divul­ga­tive e promozionali.La sede des­ig­na­ta ad ospitare ques­ta impor­tante sca­den­za è San Zeno di Mon­tagna, uno dei prin­ci­pali cen­tri tur­is­ti­ci del Monte , rilie­vo per­al­tro giu­di­ca­to dagli stu­diosi di botan­i­ca di tut­to il mon­do come uno dei più stra­or­di­nari luoghi di osser­vazione e ricer­ca, oggi come nei sec­oli passati.La con­feren­za inter­nazionale sulle orchidee spon­ta­nee d’Eu­ropa, oltre che dal Giros, è sta­ta orga­niz­za­ta dal Comune di San Zeno di Mon­tagna, dal­la Comu­nità mon­tana del Bal­do e dal­la . “Anche per questo moti­vo, e cioè per ques­ta vas­ta sin­er­gia fra diverse realtà ammin­is­tra­tive e cul­tur­ali oper­an­ti sul ter­ri­to­rio, è sta­to pos­si­bile offrire”, spie­gano gli orga­niz­za­tori locali Michele dal Gin, Galeazze Scia­r­ret­ta, Ennio Agrezzi e Ser­gio Bonafi­ni (tut­ti del­la sezione veronese del Giros), “è sta­to pos­si­bile pre­dis­porre un ric­co cal­en­dario di attiv­ità sia prece­den­ti che par­al­lele al con­veg­no medes­i­mo, che spazier­an­no, oltre alla mostra fotografi­ca già real­iz­za­ta al Museo di scien­ze nat­u­rali di Verona, ad escur­sioni gui­date sia di tipo cul­tur­ale che nat­u­ral­is­ti­co, espo­sizione di poster, gite cul­tur­ali in cit­tà per gli ospi­ti stranieri e non, ed attiv­ità sociali di vario genere, com­pren­sive persi­no di unapic­co­la crociera in nave sul Gar­da”. Insom­ma, da ques­ta domeni­ca a ven­erdì 19 mag­gio ce ne sarà per tut­ti i gusti in quan­to, come gius­ta­mente han­no sot­to­lin­eato gli orga­niz­za­tori in calce all’o­pus­co­lo dì pre­sen­tazione del sim­po­sio, “Orchia 2000 non è solo un con­veg­no sci­en­tifi­co, ma anche e soprat­tut­to una occa­sione di cresci­ta cul­tur­ale e di pro­mozione del­l’im­mag­ine del­la nos­tra provincia”.

Parole chiave: