Coronavirus. Assessore Caner (Regione Veneto) annuncia: “Le aziende agrituristiche possono effettuare le consegne di alimenti e pasti a domicilio”

31/03/2020 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione

Le aziende agri­t­ur­is­tiche e quelle autor­iz­zate alla ven­di­ta diret­ta dei prodot­ti colti­vati in pro­prio pos­sono effet­tuare le con­seg­ne a domi­cilio delle spese e dei pasti preconfezionati.

Lo annun­cia l’assessore al tur­is­mo del­la Regione del Vene­to, Fed­eri­co Caner, dopo la comu­ni­cazione uffi­ciale alle orga­niz­zazioni delle cat­e­gorie agri­cole che ave­vano man­i­fes­ta­to la pro­pria disponi­bil­ità a effet­tuare tale attiv­ità, che, in con­sid­er­azione dell’emergenza cre­a­ta da Covid-19, le con­seg­ne sono ammesse.

È un servizio estrema­mente utile per i cit­ta­di­ni e un’opportunità di lavoro preziosa per molti pro­dut­tori veneti, nel pieno rispet­to delle lim­i­tazioni imposte per il con­teni­men­to del con­ta­gio – pre­cisa l’assessore –. Da una parte le famiglie avran­no un’opportunità ulte­ri­ore di approvvi­gionar­si di ali­men­ti e pasti sen­za muover­si di casa, dall’altra le nos­tre aziende agri­cole potran­no dis­tribuire i prodot­ti colti­vati che altri­men­ti finireb­bero al macero, evi­tan­do uno spre­co incon­cepi­bile, ancor più di questi tem­pi di dif­fi­coltà e ristret­tezze economiche”.

Sti­amo facen­do di neces­sità virtù – con­clude Caner – e anche ques­ta azione tes­ti­mo­nia la volon­tà del­la Regione di affrontare l’emergenza met­ten­do in cam­po tutte le pro­prie risorse, mate­ri­ali e umane. L’ottima qual­ità, la bon­tà e la vari­età dei prodot­ti del­la ter­ra, le eccel­len­ze del­la gas­trono­mia, sono da sem­pre uno dei pun­ti di forza dell’offerta vene­ta, una ric­chez­za che rap­p­re­sen­ta una stra­or­di­nar­ia risor­sa per tut­ti noi e oggi più che mai c’è l’esigenza di acquistare, uti­liz­zare e con­sumare i prodot­ti del nos­tro ter­ri­to­rio, non solo quel­li agri­coli: ‘chilometri zero’ per noi veneti è tutt’altro che una lim­i­tazione, è un’irrinunciabile opportunità”.

Parole chiave: