Iscrizioni alla Croce Bianca

Corso per imparare il pronto soccorso

04/10/2003 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
a.p.

Un cor­so per impara­re come muover­si nel caso ci si tro­vi a dover affrontare emer­gen­ze san­i­tarie. Lo orga­niz­za la Croce Bian­ca, che ha sede a Tor­ri ma opera ormai da molti anni anche con una sezione stac­ca­ta anche a Gar­da. È anzi pro­prio nel­la strut­tura garde­sana che stazio­nano le let­tighe e gli infer­mieri pro­fes­sion­ali per le chia­mate d’emergenza. L’edizione 2003 delle lezioni di pron­to soc­cor­so ver­rà pre­sen­ta­ta nel­la sala comu­nale di via Colom­bo, a lato del­la stazione delle cor­riere, lunedì alle ore 21. È in ques­ta stes­sa palazz­i­na che oper­a­no i volon­tari e il per­son­ale del­la Croce Bian­ca. «Il cor­so», dice il pres­i­dente Fabio Raguzzi, «si riv­olge a tut­ti col­oro che vogliano avvic­i­nar­si alle prob­lem­atiche del soc­cor­so san­i­tario extra ospedaliero». Le lezioni saran­no due la set­ti­mana, con una pro­va finale di natu­ra teori­co-prat­i­ca per abil­itare i cor­sisti ad espletare le nozioni app­rese. È pre­vis­to il rilas­cio di un attes­ta­to di idoneità, che «oltre che per l’abilitazione al soc­cor­so, può essere utile», assi­cu­ra Raguzzi, «anche ai fini del­la parte­ci­pazione a con­cor­si pub­bli­ci o per mat­u­rare cred­i­ti sco­las­ti­ci». Le lezioni saran­no all’insegna del­la pro­fes­sion­al­ità. «Tut­to il cor­so», spie­ga il vicepres­i­dente Attilio Bel­lorio, «viene svolto da medici ed infer­mieri pro­fes­sion­ali del com­par­to di urgen­za ed emer­gen­za. Si trat­ta per­tan­to non solo di una preziosa occa­sione di aggior­na­men­to per i nos­tri attuali volon­tari, ma anche e soprat­tut­to di un’importante oppor­tu­nità per avvic­i­nar­si al soc­cor­so san­i­tario e al servizio in ambu­lan­za. I nuovi iscrit­ti, che spe­ri­amo numerosi, ver­ran­no poi segui­ti da un nucleo di medici spe­cial­iz­za­ti e di infer­mieri pro­fes­sion­ali». Gli appun­ta­men­ti del cor­so vert­er­an­no sulle più varie casis­tiche di pron­to soc­cor­so, da quelle rel­a­tive al paziente trau­ma­tiz­za­to (ad esem­pio a segui­to di inci­den­ti stradali, ma anche di più banali trau­mi domes­ti­ci) a quelle iner­en­ti il paziente medico (si può citare il caso delle patolo­gie car­diache, dei prob­le­mi res­pi­ra­tori, delle tem­atiche neu­ro­logiche). «È quin­di un cor­so», aggiunge Raguzzi, «che mira sì alla preparazione per il soc­cor­so in ambu­lan­za, ma anche alla soluzione di quei pic­coli inci­den­ti in cui non è purtrop­po infre­quente imbat­ter­si nelle nor­mali attiv­ità quo­tid­i­ane nell’ambiente di lavoro o in casa. Può essere un’iniziativa inter­es­sante anche per gli oper­a­tori tur­is­ti­ci, e in effet­ti sono sta­ti parec­chi quel­li che han­no ader­i­to gli anni scor­si». Per chi volesse ulte­ri­ori infor­mazioni, sono disponi­bili i volon­tari del­la Croce Bian­ca al numero 045.629.6222.