È apparso nel capoluogo del Garda trentino, dove c’è la base logistica del nuovo film: le scene chiave, invece, nel Veronese

Craig-007, primo blitz segreto

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Da vero agente seg­re­to, James Bond ha già com­pi­u­to in incog­ni­to un pri­mo sopral­lu­o­go a Riva del Gar­da, in Trenti­no, in vista delle riprese del suo nuo­vo fim «007 Quantum».La pre­sen­za, non uffi­ciale, dell’affascinante Daniel Craig, il nuo­vo pro­tag­o­nista del­la stor­i­ca serie di film, è sta­ta seg­nala­ta in cit­tà nei giorni scor­si ma ormai, dicono quel­li che l’hanno vis­to, se n’è anda­to, in gran seg­re­to com’era venu­to. Tornerà, però, presto.Saranno, infat­ti, le rive del lago le pro­tag­o­niste dei pri­mi 15–20 minu­ti del­la prossi­ma pel­li­co­la dell’agente 007, in usci­ta il 7 novem­bre. Diven­ter­an­no teatro di un insegui­men­to auto­mo­bilis­ti­co, nelle gal­lerie tra Mal­ce­sine e Navene, sul­la spon­da veronese, che rial­lac­cerà la sto­ria del leggen­dario James Bond al prece­dente episo­dio, ter­mi­na­to con un insegui­men­to sul lago di Como.La cele­bre Aston Mar­tin solcherà dunque la Garde­sana, soprat­tut­to quel­la ori­en­tale, da Tor­bole, fino a Tem­pes­ta, Navene e Malcesine.Riprese sono pre­viste anche sul­la Garde­sana occi­den­tale, ver­so Limone del Garda.Il momen­to del ciak vero e pro­prio, al di là del­la pri­ma incur­sione a sor­pre­sa, bis­bigli­a­ta solo dai più infor­mati, è in pro­gram­ma in zona per una set­ti­mana, dal­la metà di aprile in poi. L’annuncio era sta­to dato la set­ti­mana scor­sa da Gui­do Cera­suo­lo, pro­dut­tore del­la parte ital­iana del film, che vedrà pro­tag­o­nista l’Italia per ben otto set­ti­mane com­p­lessive, tra la Toscana e il Trentino.A Riva del Gar­da dunque il fia­to res­ta sospe­so, per riavvistare Daniel Craig, che avrà accan­to nel cast l’affascinante Olga Kurylenko. Per l’occasione risul­tano già preno­tate un centi­naio di stanze al Grand Hotel Du Lac e du Parc per due set­ti­mane. Pro­prio qui è pre­vista la pre­sen­za, tra gli altri, del reg­ista, Marc Forster, con tut­to lo staff operativo.Per ora invece la macchi­na orga­niz­za­ti­va è all’hotel Feel­ing Louise, che col­lab­o­ra ai sopral­lu­oghi ormai da mesi, fin da novem­bre, quan­do l’aiuto reg­ista era sta­to a Riva del Gar­da per dare le prime dis­po­sizioni. In questo alber­go al momen­to sono quindi­ci le stanze occu­pate da una parte del­la troupe inglese, ma ad aprile diven­ter­an­no più del doppio. Il mis­tero è già com­in­ci­a­to

Parole chiave:

Commenti

commenti