La capitale del Garda migliora l’assistenza in spiaggia, assecondando in questo modo - e in modo sempre più deciso - la propria vocazione turistica.

Crescono i servizi per i bagnanti, migliorano le spiagge

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
mor.

La cap­i­tale del Gar­da miglio­ra l’assistenza in spi­ag­gia, assec­on­dan­do in questo modo — e in modo sem­pre più deciso — la pro­pria vocazione tur­is­ti­ca. Lo fa investen­do parec­chio nel­la real­iz­zazione di strut­ture e servizi capaci di ren­dere piacev­ole e como­da la per­ma­nen­za in spi­ag­gia. E gli inter­ven­ti, per la pri­ma vol­ta real­iz­za­ti, inter­es­sano tutte le prin­ci­pali zone a lago del­la cit­tà. Nei giorni scor­si, infat­ti, l’Amministrazione ha inau­gu­ra­to il nuo­vo cen­tro bal­n­eare di Riv­oltel­la. «I lavori, prog­et­tati dall’Ufficio tec­ni­co han­no com­por­ta­to una spe­sa di cir­ca mez­zo mil­iar­do — dice l’assessore al Tur­is­mo -. Abbi­amo elim­i­na­to le vec­chie strut­ture e real­iz­za­to un nuo­vo edi­fi­cio a for­ma semi­cir­co­lare addos­sato alla muraglia di sosteg­no del par­co dell’adiacente Vil­la Brunati. Il nuo­vo cen­tro bal­n­eare si pre­sen­ta mod­er­no e fun­zionale. «È dota­to di un bel bar con tavoli­ni sit­uati anche all’aperto, di servizi, cab­ine, spoglia­toio, pic­co­lo mag­a­zz­i­no per attrez­za­ture. Sul tet­to è sta­ta rica­va­ta una bel­la ter­raz­za. Su una parte dell’area del piaz­za­le è sta­ta anche real­iz­za­ta una pavi­men­tazione uti­liz­z­abile per orga­niz­zare ser­ate musi­cali o ani­mazione». Si trat­ta davvero di una bel­la strut­tura che final­mente offrirà adeguati servizi ai molti tur­isti e res­i­den­ti che affol­lano la bat­ti­gia al por­to di Riv­oltel­la. Luo­go per­al­tro molto sug­ges­ti­vo, sot­to un ampio ciglione dal quale è pos­si­bile ved­er tradot­to visi­va­mente il topon­i­mo Riv­oltel­la — che sig­nifi­ca riva alta -. Ma la Giun­ta ha deciso di dotare di alcune strut­ture anche la spi­ag­gia dell’area a lago sit­u­a­ta in local­ità la Zat­tera sem­pre a Riv­oltel­la. Gli inter­ven­ti decisi dal­la Giun­ta che ha approva­to il prog­et­to riguardano la real­iz­zazione delle opere di urban­iz­zazione pri­maria (elet­tric­ità, acqua, fogne) per con­sen­tire la tem­po­ranea col­lo­cazione di strut­ture pre­fab­bri­cate al servizio dei fre­quen­ta­tori del­la zona garan­ten­do servizi. È pre­vista in tem­pi bre­vi l’installazione di servizi anche per por­ta­tori di hand­i­cap, spoglia­toio con depos­i­to attrezzi bal­n­eari ed un chiosco ris­toro. L’installazione è tem­po­ranea e lega­ta alla sta­gione tur­is­ti­ca esti­va, cioè da giug­no fino a set­tem­bre. Le strut­ture dunque in inver­no potran­no essere rimosse. Il prog­et­to prevede anche la rimozione dei mas­si posti a recinzione del­la spi­ag­gia pub­bli­ca, il posizion­a­men­to di fior­iere, l’inserimento di ele­men­ti flo­re­ali a maschera­men­to dei pre­fab­bri­cati di mag­gior impat­to visi­vo. Sono solo inter­rot­ti invece i lavori di sis­temazione del­la zona a lago del­la Spi­ag­gia d’oro fra Desen­zano e Riv­oltel­la. Il prog­et­to che prevede un inves­ti­men­to di qua­si 500 mil­ioni inter­es­sa non solo la zona a lago, cioè la spi­ag­gia, ma altresì la vastis­si­ma area ret­rostante com­pre­sa fra il lago e l’ex statale. Gli inter­ven­ti nel­la zona del­la spi­ag­gia sono sta­ti effet­tuati. Ora i lavori sono sta­ti sospe­si e ripren­der­an­no a sta­gione bal­n­eare ulti­ma­ta, inter­es­san­do l’area ret­rostante che sarà sis­tem­a­ta così da pot­er ospitare man­i­fes­tazioni, ten­sostrut­ture mobili, un par­co verde. Ques­ta zona ver­rà recin­ta­ta e sarà chiusa all’accesso durante le ore not­turne. Ver­so la statale sarà invece cre­ato un parcheg­gio. La stra­da d’accesso alla Spi­ag­gia d’oro ver­rà pedonal­iz­za­ta.

Parole chiave: