Concorso per scuole mostra e incontri

Ctg, 10 anni per arte cultura e ambiente

15/11/2002 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Brenzone

Nato nel­l’in­ver­no del 1992, il grup­po «Bren­zone» del Cen­tro tur­is­ti­co gio­vanile fes­teggia i 10 anni di vita con alcune inizia­tive cul­tur­ali che ven­gono pro­poste a tut­ti i cit­ta­di­ni del­l’al­to lago, com’è con­sue­tu­dine e stile del­l’as­so­ci­azione. Tre con­feren­ze con rel­a­ti­vo dibat­ti­to ven­gono orga­niz­zate nel­la sala civi­ca del Comune a par­tire da oggi, ven­erdì, alle ore 20.30. Ques­ta sera sull’argomento «Tut­ti pos­sono fare cul­tura», inter­ver­rà Naz­zareno Gia­ro­la; ven­erdì 22 è in pro­gram­ma una relazione su «Il pat­ri­mo­nio stori­co-artis­ti­co, radice inscindibile del­l’essere bren­son­al» tenu­ta don Brus­co; ven­erdì 29 novem­bre la terza con­feren­za sarà su «L’am­bi­ente: lago e mon­tagna in un insieme uni­co, ma del­i­ca­to, da difend­ere» con rela­tore Daniele Zani­ni. Durante le tre set­ti­mane di fes­teggia­men­ti, nel­la sala civi­ca del Comune, sarà vis­itabile, il saba­to pomerig­gio e la domeni­ca mat­ti­na, una mostra doc­u­men­taria di tutte le attiv­ità svolte in questi anni. Inoltre il grup­po Ctg Bren­zone ha ban­di­to un con­cor­so per le scuole ele­men­tari e medie del comune, di immag­i­ni, dis­eg­ni, poe­sie, scrit­ti, sul tema «Rac­con­tare Bren­zone e la sua gente». Con­clud­er­an­no i fes­teggia­men­ti un incon­tro con­viviale pre­vis­to per saba­to 30 novem­bre, a cui sono invi­tati tut­ti i soci che in questi dieci anni han­no fat­to parte del grup­po, assieme alle autorità locali. «Non è sta­to un cam­mi­no facile, anche se i risul­tati di tut­ti questi anni di attiv­ità, grat­i­f­i­cano chi ha ded­i­ca­to entu­si­as­mo, tem­po, cre­ativ­ità e idee», sostiene il pres­i­dente del grup­po Giuseppe Agran­di. «Il nos­tro grup­po opera in un con­testo tur­is­ti­co a stret­to con­tat­to con una realtà a volte diver­sa e lon­tana dalle con­cezioni di un tur­is­mo cul­tur­ale che noi pro­poni­amo, un tur­is­mo che mira, spesse volte, più all’a­vere che al dare, inte­so come accoglien­za e scop­er­ta del­la per­sona: per­ciò abbi­amo sem­pre fat­i­ca­to a far pas­sare le nos­tre idee di cul­tura e val­oriz­zazione del­l’am­bi­ente». Molte le attiv­ità svolte in questo decen­nio: dagli annu­ali cor­si inver­nali e pri­maver­ili su argo­men­ti di vario genere (ambi­ente, sto­ria, tradizioni, cul­tura, gas­trono­mia), al recu­pero di opere d’arte, capitel­li, pale d’altare, quadri; dal­la nutri­ta edi­to­ria con un libro su Bren­zone, che ha richiesto due anni di ricer­ca e stu­dio e che è sta­to molto apprez­za­to dai tur­isti, al quader­no cul­tur­ale «El Gre­mal» a caden­za annuale; dalle varie escur­sioni per conoscere il ter­ri­to­rio alle numerose gite a mostre e luoghi d’arte. Occorre citare poi l’ap­pun­ta­men­to delle «Not­ti magiche a Cam­po» (9–10 agos­to) che è riconosci­u­to ed apprez­za­to come uno dei momen­ti musi­cali più sig­ni­fica­tivi del­l’es­tate garde­sana. «Cel­e­brare un decen­nale di vita per un grup­po di volon­tari­a­to», con­clude Agran­di «impli­ca anche una serie di ver­i­fiche, val­u­tazioni, prog­et­ti futuri, pro­poste di nuove attiv­ità che inten­di­amo pro­porre. Ma vor­rem­mo che questo decen­nale fos­se non solo un momen­to di ver­i­fi­ca per il nos­tro grup­po, ma anche un’oc­ca­sione di con­fron­to con il nos­tro ambi­ente e ter­ri­to­rio per miglio­rare la qual­ità del nos­tro vivere».

Parole chiave: