Dopo numerosi incidenti la Provincia ha messo in sicurezza il bivio di Pietramurata

Curva meno rischiosa con il guard rail

09/01/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
max

Han­no pas­sato un un po’ più sicuro i res­i­den­ti di Pietra­mu­ra­ta che abi­tano nei pres­si del­la cur­va «maledet­ta» del­la statale 45 bis, teatro negli ulti­mi anni di numerosi inci­den­ti con fer­i­ti anche gravi e a volte persi­no delle vit­time. Dopo l’in­ter­es­sa­men­to del con­sigliere provin­ciale Ner­io Gio­vanazzi, res­i­dente a Pietra­mu­ra­ta, pres­so i com­pe­ten­ti uffi­ci provin­ciali, alcune squadre di operai han­no provve­du­to ad instal­lare il tan­to agog­na­to guard-rail a pro­tezione del vici­no pub New Entry e delle case adi­a­cen­ti. Met­ten­do, così, fine alla situ­azione di peri­co­lo. A far tra­boc­care il vaso del­la “pazien­za” degli abi­tan­ti del pos­to è sta­to l’episo­dio, cap­i­ta­to lo scor­so dicem­bre, che ha vis­to pro­tag­o­nista una auto­mo­bile di pas­sag­gio fini­ta fuori stra­da e caram­bo­la­ta addirit­tura sul­la sot­tostante abitazione del­la famiglia San­toni. La sper­an­za è che da adesso, gra­zie a questo tipo di pro­tezioni, la sicurez­za di chi vive nei din­torni del­la famiger­a­ta cur­va, e anche di chi ci tran­si­ta, sia final­mente assi­cu­ra­ta. Purtrop­po, in molti ci han­no las­ci­a­to la vita in quel trat­to di stra­da e a Pietra­mu­ra­ta ci si chiede come mai l’in­stal­lazione del guard rail abbia tarda­to così tan­to ad arrivare.

Parole chiave: