Da Colà di Lazise al Nepal la generosità della popolazione di Colà e dei volontari AVIS

16/11/2015 in Attualità
Parole chiave: -
Di Sergio Bazerla

Colà. Sono state le comu­nità di Pokhara e Bharoul, in Nepal, a rice­vere diret­ta­mente dal­la gen­erosità del­la gente di Colà i 3245 euro rac­colti nel cor­so del­la ser­a­ta aggiun­ti­va del 9 agos­to scor­so del­la sagra del­la Madon­na delle Neve, inizia­ta il 5 agos­to 2015. Una inizia­ti­va pro­mossa dal­la sezione comu­nale di Lazise e dal grup­po Simone Gel­met­ti di Aido con il sup­por­to del­la ammin­is­trazione comu­nale, delle asso­ci­azioni: Gens Clau­dia, Ama­tori Cal­cio Colà, Grup­po Mis­sion­ario di Rosaro, il grup­po di Colà ed il grup­po teatrale del Cir­co­lo Noi di Lazise ” I Gui­t­ti di Lazise”.

Gli ami­ci avisi­ni di Gag­giano, gemel­lati con noi da moltissi­mi anni — spie­ga il pres­i­dente di Avis Clau­dio Zeni — man­ten­gono costan­ti con­tat­ti con la novigliese Suor Maria Luisa Cal­di del­la con­gregazione Pic­cole Apos­tole di Gesù. La con­gregazione ha real­iz­za­to negli anni tre asili per bam­bi­ni e famiglie poveris­sime del dis­tret­to di Sun­sari, nel sud est del paese — con­tin­ua Zeni — ed uno di questi asili neces­sità di inter­ven­ti impor­tan­ti, soprat­tut­to per il restau­ro e per la real­iz­zazione dei servizi igien­i­co- san­i­tari.”

In Nepal dopo l’en­tra­ta del­la nuo­va Cos­ti­tuzione, dopo il ter­re­mo­to che ha dev­as­ta­to buona parte del paese, è dif­fi­cilis­si­mo reperire generi di pri­ma neces­sità, tra i quali anche i mate­ri­ali da costruzione. I lavori sono comunque iniziati pro­prio in questi giorni gra­zie a all’in­ter­ven­to diret­to del con­trib­u­to colati­no por­ta­to in Nepal da Anto­nio Cac­ci­ni , seg­re­tario gen­erale dei Volon­tari Ital­iani del­la Sol­i­da­ri­età dei Pae­si Emer­gen­ti che ha sede a Casir­ate di Lac­chiarel­la, in provin­cia di Milano, cui le asso­ci­azioni di Colà si sono affi­date per il tramite degli avisi­ni gag­giane­si.

Abbi­amo provve­du­to diret­ta­mente a bonifi­care l’im­por­to al VISPE — sot­to­lin­ea anco­ra Clau­dio Zeni — dopo un incon­tro diret­to con Cac­ci­ni, che il 13 novem­bre è par­ti­to per il Nepal e resterà nel­la regione del Sun­sari per oltre un mese. Rite­ni­amo che il rap­por­to diret­to sia sta­to il migliore con­tat­to in asso­lu­to affinché il nos­tro con­trib­u­to pos­sa avere la migliore effi­ca­cia e la certez­za che sia anda­to a buon fine, ovvero a sosteg­no di questi bam­bi­ni nepale­si. Dob­bi­amo davvero ringraziare la gen­erosità del­la gente di Colà, dei moltissi­mi ospi­ti che sono sta­ti con noi alla Sagra del­la Madon­na del­la Neve, le asso­ci­azioni di volon­tari­a­to, nonché le par­roc­chie che ci han­no sup­por­t­a­to in ques­ta mer­av­igliosa avven­tu­ra.”

Ser­gio Baz­er­la

Parole chiave: -