Laboratori creativi un’idea per i bimbi

Da oggi in biblioteca

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Elisa Rocca

Iniziano oggi, nel­lo spazio del­la di Desen­zano des­ti­na­to ai ragazzi, i pri­mi due turni da sei incon­tri cias­cuno dei lab­o­ra­tori cre­ativi orga­niz­za­ti dal­la coop­er­a­ti­va «Casa Bian­ca» di Soiano con il patrocinio del comune di Desen­zano. In entram­bi i cor­si sarà offer­ta ai bam­bi­ni di età com­pre­sa tra i 5 e i 7 anni la pos­si­bil­ità di sper­i­menta­re e impeg­nar­si in attiv­ità di carat­tere tec­ni­co, moto­rio, com­pos­i­ti­vo, affet­ti­vo e cog­ni­ti­vo. L’in­ten­to è quel­lo di fornire ai gio­vani parte­ci­pan­ti un per­cor­so guida­to che las­ci però loro lo spazio alle sper­i­men­tazioni per­son­ali e che, par­tendo da sug­ges­tioni artis­tiche, pro­pon­ga loro la scop­er­ta del­l’arte come gio­co e curiosità. Il pri­mo di questi lab­o­ra­tori — «EmozionArte» — sarà con­dot­to da Ste­fa­nia For­tu­nati e si arti­co­la in tre fasi: dopo aver pre­sen­ta­to la figu­ra di un noto pit­tore rac­con­tan­done la sto­ria, le immag­i­ni e il col­ore dei dip­in­ti, i bam­bi­ni saran­no invi­tati a osser­varne un’­opera speci­fi­ca attra­ver­so modal­ità ludiche; saran­no poi i bam­bi­ni stes­si a real­iz­zare un lavoret­to, manipolan­do stru­men­ti e tec­niche diverse che per­me­t­tano lo svilup­po del­la loro capac­ità inven­ti­va. Lo scopo non è sem­plice­mente quel­lo di «imitare» un grande autore, ben­sì svilup­pare nel bam­bi­no una per­son­al­ità autono­ma gra­zie a un allarga­men­to del­la sua conoscen­za plurisen­so­ri­ale. «EmozionArte» farà gio­care i bam­bi­ni con i diver­si tipi di car­ta e con tutte le tipolo­gie di seg­ni delle dif­fer­en­ti tec­niche di dis­eg­no, esplo­ran­do tutte le pos­si­bili sfu­ma­ture di col­ore. Il sec­on­do lab­o­ra­to­rio è invece des­ti­na­to alla real­iz­zazione di un libro ani­ma­to o «Pop-Up», per impara­re innanz­i­tut­to a sco­prire il libro come un ogget­to capace di comu­ni­care non solo con le parole e con le immag­i­ni, ma anche con mate­ri­ali, for­mati e col­ori dif­fer­en­ti. Da un rac­con­to di sto­ria desen­zanese, let­to assieme ai bam­bi­ni, ver­rà trat­to lo spun­to per il sogget­to e la tra­ma del libro a tre dimen­sioni che essi stes­si costru­iran­no, un libro per tut­ti i sen­si, con sor­p­rese tat­tili, visive e sonore. La neces­sità di costru­ire il pae­sag­gio lacus­tre, il castel­lo, le case, dis­eg­nan­doli, ritaglian­doli e infine incol­lan­doli, darà libero sfo­go alla fan­ta­sia dei pic­coli autori ai quali, le due cura­tri­ci di questo lab­o­ra­to­rio, Sara Gal­li­na e Rober­ta Bonomel­li, inseg­n­er­an­no i mezzi espres­sivi nec­es­sari a con­cretiz­zare le loro sug­ges­tioni. Un sec­on­do ciclo dei medes­i­mi lab­o­ra­tori inizierà il 4 mar­zo per con­clud­er­si il 6 aprile. La parte­ci­pazione ai lab­o­ra­tori è gra­tui­ta, ma sono obbli­ga­to­rie l’is­crizione e la fre­quen­za per l’in­tera dura­ta del turno, ed è pre­vis­to un min­i­mo di 8 bam­bi­ni parte­ci­pan­ti fino ad un mas­si­mo di 13. Per infor­mazioni ed iscrizioni si può tele­fonare in bib­liote­ca al numero 030/9141248. Gli incon­tri si ter­ran­no ogni giovedì dalle ore 16.30 alle ore 18.30.

Parole chiave:

Commenti

commenti