Rivoltella fa la festa al lago Fino a domenica musica, pesce e sfilate di miss

Da stasera torna la tradizionale manifestazione

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Era il 1966 quan­to un grup­pet­to di riv­oltelle­si «doc» sot­to la sigla dei «» — Luig­i­no Mura det­to «Verza», Bruno Bre­da, ed altri — decise di orga­niz­zare, qua­si per scher­zo, una fes­ta in riva al lago per i tur­isti che sog­gior­na­vano a Riv­oltel­la. Una sor­ta di omag­gio agli ospi­ti estivi del paese. E per ani­mare le due ser­ate di fes­ta (saba­to e domeni­ca) gli ami­ci riv­oltelle­si pen­sarono bene di alle­stire una passerel­la per incoronare la Miss Lago del­la sta­gione. Campeg­gi, pen­sioni, alberghi veni­vano pas­sati al setac­cio per rac­cogliere decine di iscrizioni di splen­dide ragazze milane­si, berga­m­asche, bres­ciane e tedesche. Al saba­to sera poi veni­vano fat­te sfi­lare davan­ti ad una giuria di gente del pos­to e ad una spi­ag­gia gremi­tis­si­ma. Al ter­mine veni­va elet­ta Miss Lago. Di quelle feste anni Ses­san­ta sono rimaste due sole tes­ti­mo­ni­anze, mai finite in can­ti­na e ripro­poste anno dopo ano; l’elezione di miss Lago e le scor­pac­ciate di pesce frit­to o alla griglia. Dopo 38 anni dal­la pri­ma edi­zione, si ripete così la «fes­ta del lago e dell’ospite», una delle più gran­di e glo­riose man­i­fes­tazioni per l’ospite del­la riv­iera del Gar­da, gra­zie alla pas­sione ed alla capac­ità dell’intero grup­po fol­cloris­ti­co dei «Cuori Ben Nati» che riesce ad alle­stir­la man­te­nen­do la for­mu­la orig­i­nale ed intro­ducen­do alcune vari­anti per­ché la qual­ità non per­da i colpi. Ques­ta sera, dunque, il via alle quat­tro gior­nate dense di appun­ta­men­ti sportivi, enogas­tro­nomi­ci, musi­cali, che trasformer­an­no Riv­oltel­la in un immen­so «diver­ti­men­tifi­cio» nel­la sug­ges­ti­va cor­nice del por­to e del­la spi­ag­gia. L’evento di spic­co tra quel­li inser­i­ti nel cartel­lone è sicu­ra­mente quel­lo di saba­to sera quan­do sul pal­co davan­ti al por­to sali­ran­no cir­ca 30 aspi­ran­ti miss nelle selezione lom­bar­da abbina­ta al con­cor­so di Miss Italia 2004, la cui finalis­si­ma si ter­rà a Sal­so­mag­giore in set­tem­bre. Oltre 1500 posti a sedere nel­lo spazio ris­torante; in un lato del­la spi­ag­gia si esi­bi­ran­no, per i più gio­vani, Los Caballeros: sam­ba, bal­li lati­no amer­i­cani, attrazioni, bir­ra e sor­p­rese. Dall’altro lato, invece, ogni sera si altern­erà un’orchestra musi­cale con brani clas­si­ci anni Ses­san­ta e Set­tan­ta. Notev­ole inoltre la vari­età dei menù: pri­mi piat­ti, pesce e carne alla griglia, spiedo e dol­ci. A dirigere i cuochi ci sarà Wal­ter Mesar, diret­tore dell’istituto Alberghiero «Cate­ri­na dé Medici» e già pres­i­dente dell’Associazione cuochi bres­ciani: una garanzia per i buongus­tai. A san­cire la deg­na con­clu­sione del­la Fes­ta dell’Ospite, domeni­ca sera alle 23 cir­ca, si ter­rà inoltre un grandioso spet­ta­co­lo pirotec­ni­co. Da non perdere, come sem­pre. In breve, ecco ora il pro­gram­ma. Stasera ser­a­ta di lis­cio con Chic­co Demat­teo e spet­ta­co­lo di pat­ti­nag­gio artis­ti­co. Domani alle 21 ser­a­ta musi­cale con Dane Tor­ri­cel­li ed un inter­mez­zo di aer­o­bi­ca funky cura­ta dal­la core­ografa Enri­ca Zac­chi. Saba­to, al mat­ti­no varie gare sportive, alle 21 Miss Italia ed esi­bizione dell’orchestra Bruno Cas­tri­ni Band con la vocal­ist Dilet­ta Orlan­di. Domeni­ca, grande chiusura. A com­in­cia­re dalle 8 del mat­ti­no si ter­ran­no numerosi appun­ta­men­ti sportivi (pesca, podis­ti­ca, ciclis­mo e nau­ti­ca) e alle 16 le finali del tor­neo mini ball. Alle 21 ser­a­ta finale con l’orchestra Amadori e alle 23 l’atteso lan­cio di fuochi arti­fi­ciali. Pre­sen­terà Nino Fras­si, un’altro vet­er­a­no di ques­ta festa.