Il Natale ricomincia con le specialità dei gemelli tedeschi

Da venerdì anche il teatro

17/11/2004 in Manifestazioni
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
Angelo Peretti

Da ven­erdì prossi­mo, il 19 novem­bre, sul lun­go­la­go com­in­cia il Natale. Con l’arrivo dei gemel­li tedeschi di Beil­ngries, che por­tano prodot­ti e cuci­na tipi­ci del­la Baviera, prende infat­ti il via la nuo­va edi­zione del Natale tra gli olivi. La for­mu­la è quel­la degli anni scor­si: il mer­cati­no sul lun­go­la­go, il ten­done ris­torante davan­ti al munici­pio, il grande nel par­co del­la Rimem­bran­za, le mostre nel palazzet­to delle espo­sizioni, gli spet­ta­coli teatrali, i can­ti corali, la musi­ca. Imman­ca­bile anche l’appuntamento di fine anno nel­la piaz­za del por­to, con la musi­ca e i fuochi d’artificio. Insom­ma: squadra che vince non si cam­bia, per dirla con una for­mu­la calcis­ti­ca scon­ta­ta pri­ma dell’avvento del turn over det­ta­to dalle par­tite infra­set­ti­manali. E si va avan­ti fino all’. Uni­ca novità, l’innesto, fra i comu­ni ospi­ti nei fine set­ti­mana, del cen­tro bel­lunese di Lein­tia, che si affi­an­ca dunque ai man­to­vani di Ostiglia, ai mod­e­n­e­si di Pavul­lo nel Frig­nano, ai tedeschi di Beil­ngries, agli aus­triaci di Inns­bruck e alla regione dell’Istria. Si com­in­cia dunque con la cit­tad­i­na tedesca uni­tasi a Gar­da in un anno fa. Ven­erdì mat­ti­na apre la mostra di gio­cat­toli antichi e di quadri dei pit­tori di Beil­ngries al palazzet­to delle espo­sizioni, nel cor­tile del munici­pio. Alle 11 incom­in­cia a lavo­rare la cuci­na: ci sono le ricette tipiche bavare­si, pro­tag­o­niste per tut­to il week end. Alla sera, al pala­con­gres­si, prende il via la rasseg­na teatrale inver­nale del­la com­pag­nia La Rumaro­la: spet­ta­coli ogni ven­erdì, come da tradizione ormai con­sol­i­da­ta. Saba­to è il giorno dell’inaugurazione del Natale tra gli olivi. Alle 11 ci sono i salu­ti di rito e varie ani­mazioni in piaz­za. Nel pomerig­gio, alle 14, nel­la piaz­za del munici­pio, si esi­bis­cono i bal­leri­ni di Beil­ngries. Alle 15 Gar­da ricam­bia con il con­certi­no del­la Pic­co­la Fan­fara. Alle 17 toc­ca di nuo­vo ai tedeschi: asso­lo di trombe e quin­di bal­li popo­lari. Domeni­ca alle 11, nel­la piaz­za anti­s­tante la chiesa par­roc­chiale, di nuo­vo bal­lo popo­lare e musi­ca con vari grup­pi fol­cloris­ti­ci di Beil­ngries. Lunedì e mart­edì si fa riposo, ma da mer­coledì tornerà nuo­va­mente di sce­na la cuci­na tipi­ca di Beil­ngries, fino alla domeni­ca suc­ces­si­va. Il pro­gram­ma tedescofi­lo saba­to 27 e domeni­ca 28 si arric­chisce con la curiosità del­la cot­tura delle cialde sul fuo­co con gli antichi testi, ovvero gli attrezzi che si adop­er­a­vano un tem­po per real­iz­zare ques­ta spe­cial­ità. Altra pro­pos­ta prove­niente dal­la Ger­ma­nia nel sec­on­do fine set­ti­mana del Natale è rap­p­re­sen­ta­ta dai con­cer­ti­ni pomerid­i­ani del grup­po Die Dia­tonis­chen. Saba­to 20 apre anche il mer­cati­no di Natale sul lun­go­la­go, allesti­to nelle caset­tine di leg­no. L’apertura dei chioschet­ti è pre­vista dal lunedì al giovedì dalle 15 alle 19, men­tre il ven­erdì c’è anche un turno mat­tuti­no dalle 10 alle 13 e il saba­to, la domeni­ca e i fes­tivi si fa orario con­tin­u­a­to dalle 10 alle 20. Uno spazio è des­ti­na­to alla mostra mer­ca­to del libro. Per quan­to riguar­da invece il grande pre­sepe del Bor­go, quel­lo sarà vis­itabile tut­ti i giorni a par­tire da mer­coledì 8 dicem­bre: come ogni anno, sarà pos­si­bile ver­sare le pro­prie offerte a sosteg­no delle attiv­ità missionarie.

Parole chiave: - -