In agosto spazio alla scuola di Venini. Il cartellone si inaugura domani con le fotografie di Bonacini

Dai fratelli Mann a Manzù Riparte l’estate culturale

02/06/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Un tur­is­mo sem­pre più all’insegna del­la cul­tura. È ques­ta la stra­da intrapre­sa ormai da alcu­ni anni dall’amministrazione comu­nale, che pun­tuale con l’arrivo del­la sta­gione esti­va sfor­na una miri­ade di attiv­ità e man­i­fes­tazioni in gra­do di calamitare l’attenzione non solo dell’ospite di pas­sag­gio e in cer­ca di relax, ma anche del tur­ista esi­gente, dall’occhio criti­co, atti­ra­to da mostre di un cer­to spes­sore. Una via che non ha man­ca­to però in pas­sato di far nascere, in paese, polemiche sul­la neces­sità o meno di inve­stire in un set­tore, quel­lo delle mostre, ritenu­to di nic­chia. «È vero, abbi­amo intrapre­so un cam­mi­no peri­coloso e dif­fi­cile da far capire a molti nos­tri concit­ta­di­ni, ma non per questo abbi­amo cam­bi­a­to rot­ta. Siamo con­vin­ti che così facen­do qual­i­fichi­amo la nos­tra clien­tela, val­orizzi­amo la nos­tra sto­ria e arric­chi­amo il bagaglio cul­tur­ale di tur­isti e res­i­den­ti», sostiene il sin­da­co Giuseppe Lom­bar­di, pre­sente in Provin­cia a Verona per pre­sentare il cartel­lone delle man­i­fes­tazioni in pro­gram­ma nel cen­tro dell’alto lago. Assente l’assessore Fer­di­nan­do Sbizzera, ricov­er­a­to d’urgenza in ospedale per cal­coli, è toc­ca­to al pri­mo cit­tadi­no illus­trare le mostre che apri­ran­no i bat­ten­ti in questi giorni, uti­liz­zan­do spazi pres­ti­giosi come le sale del castel­lo scaligero e la chieset­ta di San Roc­co, che si affac­cia sul por­to. E pro­prio nell’ex edi­fi­cio sacro faran­no bel­la mostra da domani al 31 luglio le fotografie di Luciano Bonaci­ni (Il ramo del­la bellez­za), artista emil­iano che ded­i­ca la sua ricer­ca «all’espressione del­la bellez­za come percezione dell’invisibile e dell’imponderabile». Mart­edì 6 giug­no alle 11, alla pre­sen­za di Folk­mar Stoeck­er, con­sole gen­erale del­la Repub­bli­ca Fed­erale Tedesca a , sarà inau­gu­ra­ta nel­la Caser­met­ta del castel­lo scaligero la rasseg­na ded­i­ca­ta ai fratel­li Hein­rich e Thomas Mann. La mostra doc­u­men­taria, con testi in ital­iano e tedesco oltre a numerose immag­i­ni che rac­con­tano il rap­por­to tra i fratel­li Mann, rimar­rà aper­ta fino al 15 set­tem­bre. Saba­to 10 giug­no, infine, nel­la sala Labia sem­pre del castel­lo scaligero, ver­rà taglia­to il nas­tro del­la mostra di Giampiero Pog­giali Berlinghieri, per­son­al­ità cre­ati­va mul­ti­forme che «opera nell’area di con­fine tra la pit­tura e la scul­tura». Le opere mul­ti­me­di­ali e inter­at­tive dell’artista toscano saran­no esposte fino al 6 agos­to. Nel mese di agos­to sarà invece pro­pos­ta la mostra di scul­tura di Manzù men­tre a par­tire dal 12 agos­to 20 artisti pro­por­ran­no scul­ture in vetro sul filone del­la scuo­la aper­ta a Mura­no dal mae­stro Venini.

Parole chiave: