Dal 1870 ad oggi: la Società Solferino e San Martino

Parole chiave:
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Domenica 28 giugno sono state migliaia le persone che hanno assistito alla Rievocazione della storica battaglia del 24 giugno 1859 presso il complesso monumentale di San Martino, evento realizzato dalla Società Solferino e San Martino.

Il presidente della Società, il dottor Fausto Fondrieschi, ricorda che questa Rievocazione porta avanti uno degli obbiettivi che 145 anni fa furono alla base della fondazione della società stessa: ricordare i caduti della battaglia del 24 giugno 1859 e mantenere viva la memoria del Risorgimento.

La Società Solferino e San Martino conta centinaia di soci ed ha in gestione tre musei, oltre al complesso monumentale di San Martino (di cui fanno parte la Torre che fu costruita tra il 1880 e il 1893, il Museo di San Martino e la Cappella Ossario), si prende cura del Museo si Solferino con il vicino Ossario, e della Rocca di Solferino. La Società venne fondata dal Conte Luigi Torelli nel 1870 a Milano, nella forma di ente morale e da allora si occupa della conservazione del patrimonio museale e della diffusione della conoscenza degli ideali e degli eventi bellici legati alla Battaglia di Solferino e San Martino, un momento fondamentale nella storia del Risorgimento italiano.

I grandi ideali del tempo: lo spirito di solidarietà e di umanità rappresentano un’eredità preziosa che va trasmessa anche alle generazioni più giovani, ed è questa una delle finalità di eventi come questo e delle altre iniziative storico-culturali promosse dalla società.

Il conservatore e curatore  dei musei di San Martino e Solferino dott.Bruno Borghi ci tiene a ringraziare però anche tutte le  altre associazioni di volontari che hanno reso possibile la buona riuscita della rievocazione e anche tutti coloro che hanno partecipato alle varie iniziative di commemorazione del 156° anniversario della battaglia, augurandosi di rivederli anche in occasione del  157°.

Parole chiave:

Commenti

commenti