Un aiuto alla comunità Shalom di suor Rosalina e ai tossicodipendenti

Dal Lions Club locale

Di Luca Delpozzo
Flavio Marcolini

A Cas­tiglione delle Stiviere il locale Lions Club ha sta­bil­i­to di finanziare le attiv­ità del­la comu­nità Shalom di suor Ros­ali­na. Pre­siedu­to da Anto­nio Esti, il Lions locale ha sta­bil­i­to il finanzi­a­men­to delle inizia­tive del sodal­izio, che nasce nel 1986 da un’idea del­la reli­giosa con l’obbiettivo del recu­pero morale di ragazzi tossi­codipen­den­ti. Attual­mente gestisce una casci­na abban­do­na­ta nel­la cam­pagna di Palaz­zo­lo, in col­lab­o­razione con la Car­i­tas dioce­sana. La Comu­nità è cresci­u­ta poco alla vol­ta accoglien­do volon­tari e oper­a­tori di diver­sa prove­nien­za. Gesti­ta autono­ma­mente, è segui­ta da una coop­er­a­ti­va che con­sente agli ospi­ti di svol­gere attiv­ità lavo­ra­tive per con­to terzi, i cui proven­ti vengano uti­liz­za­ti per il paga­men­to dei con­tribu­ti prev­i­den­ziali a favore dei gio­vani. L’accoglienza degli ospi­ti è gra­tui­ta, sen­za oneri per le famiglie. Tra i numerosi bene­fat­tori, appun­to, vi è ora il Lions Club di Cas­tiglione, che ha dona­to alla Comu­nità una macchi­na per cucire e una macchi­na taglia e cuci, che i ragazzi uti­lizzer­an­no per con­fezionare capi di abbiglia­men­to. «Siamo orgogliosi di pot­er con­tribuire ad una così nobile causa — ha affer­ma­to il pres­i­dente Esti — e dare un pic­co­lo aiu­to a suor Ros­ali­na, che è un esem­pio di accoglien­za, con­di­vi­sione e amore per il prossi­mo, non solo per i ragazzi del­la sua comu­nità, ma anche per noi tutti».