Da questo mese di luglio, l’Unita Operativa di Pediatria dell’Ospedale di Desenzano diretta dal Dott. Giovanni Bergamaschi, ha attivato due importanti iniziative per agevolare il più possibile il rapporto fra l’Azienda Ospedaliera e la propria degenza.

Dal mese di luglio due novità all’U.O. di Pediatria dell’Ospedale di D

Di Luca Delpozzo

Da questo mese di luglio, l’Unita Oper­a­ti­va di Pedi­a­tria dell’Ospedale di Desen­zano diret­ta dal Dott. Gio­van­ni Berga­m­aschi, ha atti­va­to due impor­tan­ti inizia­tive per agevolare il più pos­si­bile il rap­por­to fra l’Azienda Ospedaliera e la pro­pria degenza.“Di con­cer­to con il Diret­tore Gen­erale Ing. Mau­ro Borel­li – spie­ga Berga­m­aschi -, sti­amo cer­can­do di creare situ­azioni che miglior­i­no l’offerta dell’Azienda. Altre inizia­tive sono in preparazione, ma in questi giorni sono par­ti­ti due nuovi servizi. Il pri­mo è ris­er­va­to a tut­ti i cit­ta­di­ni stranieri che, in questo peri­o­do esti­vo, per qualche moti­vo, devono aver a che fare con l’Ospedale. Pro­prio per questo, e per super­are anche il prob­le­ma del­la lin­gua, tut­to il per­son­ale dell’Unità di Pedi­a­tria, la sua capo sala Enri­ca Battaglia e alcune inter­preti, ha prepara­to una sor­ta di “Car­ta Accoglien­za” in lin­gua tedesca ed inglese, che con­te­nesse tutte quelle infor­mazioni utili che pos­sono agevolare la famiglia straniera quan­do por­ta il pro­prio figli­o­lo nel nos­tro reparto.Il sec­on­do servizio – con­tin­ua Berga­m­aschi -, è sta­to atti­va­to in col­lab­o­razione del Pron­to Soc­cor­so dell’Ospedale. Questo servizio con­sente alcu­ni van­tag­gi: la nos­tra Unità Oper­a­ti­va, per i pazi­en­ti d’interesse pedi­atri­co, può, infat­ti, dimet­ter­li diret­ta­mente sen­za coin­vol­gere più il Pron­to Soc­cor­so che, inizial­mente, l’aveva accolto per le prime cure. Inoltre, con ques­ta modal­ità si evi­ta alla famiglia di pere­grinare fra repar­ti dell’ospedale e, soprat­tut­to, di sgravare il Pron­to Soccorso”.“Questi due servizi – con­clude il Diret­tore Gen­erale Ing. Mau­ro Borel­li -, sono la ripro­va che anche delle pic­cole atten­zioni come queste sono ril­e­van­ti per i degen­ti del nos­tro ospedale. Inoltre, voglio ril­e­vare che queste inizia­tive stan­no coin­vol­gen­do tutte le Unità Oper­a­tive dell’Azienda Ospedaliera con l’obiettivo, con­di­vi­so da tut­to il per­son­ale, di ampli­are e miglio­rare la qual­ità dei servizi ero­gati all’utenza”.