All’ITB di Berlino l’assessore Parolini firma con Veneto, Trento e Consorzio Garda Unico una lettera d’intenti per azioni congiunte per i prossimi tre anni

Dalla ITB di Berlino l’accordo interregionale per la promozione turistica del lago di Garda

Di Luigi Del Pozzo
 Col­lab­o­razione inter­re­gionale, svilup­po di inizia­tive di pro­mozione tur­is­ti­ca con­giun­ta del Lago di Gar­da per il tri­en­nio 2016–2018 e coin­vol­gi­men­to atti­vo del Con­sorzio nell’attività pro­gram­ma­to­ria. Sono questi i pun­ti prin­ci­pali con­tenu­ti nell’accordo che l’assessore al Com­mer­cio, Tur­is­mo e Terziario di , Mau­ro Paroli­ni, ha siglato alla fiera ITB (Inter­na­tion­al Tourism Börse) di Berli­no. Al tavo­lo del­la fir­ma gli omologhi di Regione Vene­to, Mari­no Finozzi e del­la Provin­cia Autono­ma di Tren­to, Michele Dal­lapic­co­la, e i ver­ti­ci del Con­sorzio Gar­da Uni­co ani­mati da un comune obi­et­ti­vo: la pro­mozione con­giun­ta dell’area tur­is­ti­ca del Gar­da.

Abbi­amo com­pi­u­to un ulte­ri­ore e sig­ni­fica­ti­vo pas­so ver­so una mag­giore inte­grazione e coor­di­na­men­to, che oggi rap­p­re­sen­tano carat­ter­is­tiche strate­giche e impre­scindibili del­la pro­mozione tur­is­ti­ca. La vocazione tur­is­ti­ca e la ric­chez­za nat­u­ral­is­ti­ca e cul­tur­ale del Gar­da – ha dichiara­to Paroli­ni — sono infat­ti ele­men­ti che impon­gono di super­are ogni tipo di fram­men­ta­ri­età e di unire forze e risorse eco­nomiche per pot­er cogliere appieno le oppor­tu­nità che offre un set­tore in con­tin­ua cresci­ta come quel­lo del tur­is­mo”.
“Dal dial­o­go con gli altri asses­sori – ha aggiun­to Paroli­ni – sono emer­si alcu­ni obi­et­tivi da perseguire su più fron­ti come, ad esem­pio, l’esigenza di ottenere un servizio di trasporti e più ader­en­ti ai bisog­ni del mer­ca­to e real­mente model­lati sui flus­si tur­is­ti­ci, la neces­sità di raf­forzare il comune impeg­no nell’azioni volte ad incre­mentare l’incom­ing, in un’ottica diinter­nazion­al­iz­zazione del brand Gar­da e, soprat­tut­to, di desta­gion­al­iz­zazione, e infine, l’opportunità di incre­mentare i col­lega­men­ti aerei sull’estero”.
Durante l’incontro, il tito­lare del Tur­is­mo a Palaz­zo Lom­bar­dia ha infine rimar­ca­to “la comune volon­tà di pros­eguire nell’impegno riv­olto al com­ple­ta­men­to del­la rete del Gar­da”, che a segui­to del­la ril­e­van­za nazionale che ha ottenu­to alla BIT di quest’anno, gra­zie all’accordo pro­mosso dal­lo stes­so asses­sore Paroli­ni con il min­istro Frances­chi­ni e le Regioni coin­volte, “trasformerà quest’area tur­is­ti­ca in un vero e pro­prio par­adiso europeo del ciclo­tur­is­mo con ricadute pos­i­tive e dura­ture in gra­do di gener­are prospet­tive di cresci­ta dif­fusa, in armo­nia con il pae­sag­gio, per l’economia locale e la pic­co­la media impre­sa tur­is­ti­ca”.
A Berli­no, per il Con­sorzio Lago di Gar­da-Lom­bar­dia, anche Valenti­no Righet­ti, che ha espres­so “sod­dis­fazione per una dichiarazione d’in­ten­ti che con­fer­ma la qual­ità del lavoro svolto da Gar­da-Lom­bar­dia e dai part­ner di Vene­to e Trenti­no nel prog­et­to inter­re­gionale Gar­da Uni­co”.
“Questo accor­do – ha sot­to­lin­eato Righet­ti — ci per­me­t­terà di con­tin­uare e incre­mentare, nel tri­en­nio 2016–2018, le azioni che stan­no raf­forzan­do il brand Gar­da a liv­el­lo inter­nazionale e dan­do gran­di sod­dis­fazioni, in ter­mi­ni di pre­sen­ze tur­is­tiche, al nos­tro ter­ri­to­rio”. In virtù dell’accordo sot­to­scrit­to, il Con­sorzio Gar­da Uni­co si impeg­n­erà infat­ti a pre­dis­porre un prog­et­to di svilup­po pro­mozionale che ver­rà sot­to­pos­to al con­fron­to delle Ammin­is­trazioni.
Durante la mis­sione berli­nese, Paroli­ni ha inoltre vis­i­ta­to Palaz­zo Italia, sede del prog­et­to real­iz­za­to nell’ambito dell’Accordo di Pro­gram­ma Com­pet­i­tiv­ità tra Regione Lom­bar­dia, Sis­tema Cam­erale e Fiera di con l’obiettivo di pro­muo­vere e incre­mentare l’attrattività del­la Lom­bar­dia come des­ti­nazione tur­is­ti­ca, con­gres­suale, cul­tur­ale, fieris­ti­ca e di shop­ping sul mer­ca­to tedesco.

Accordo turismo1