Continua l’opera di investimento sullo scalo bresciano

D’Annunzio: arrivaun Cargo building

11/05/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Francesco Di Chiara

Ammon­tano a oltre 40 mil­ioni di euro gli inves­ti­men­ti in opere infra­strut­turali deliberati dal­lo scor­so anno, e fino al 2012, dal Sis­tema aero­por­tuale del Gar­da a favore del­lo sca­lo di Bres­cia-Mon­tichiari. Pro­prio in questi giorni sono iniziati i lavori per la real­iz­zazione del nuo­vo Car­go build­ing, la grande strut­tura che sorg­erà nel­la zona ori­en­tale del­lo sca­lo bres­ciano: oltre 4.000 metri quadri e 5 mil­ioni di euro di inves­ti­men­to che porter­an­no al rad­doppio degli spazi attual­mente disponi­bili per la ges­tione delle merci.«Un impeg­no finanziario e orga­niz­za­ti­vo tan­to con­sis­tente — sot­to­lin­ea il pres­i­dente del D’Annunzio, Pier­lui­gi Angeli — rispec­chia la volon­tà dell’azienda di met­tere Bres­cia nelle con­dizioni di lavo­rare bene al servizio del ter­ri­to­rio, di offrire risposte adeguate alle aspet­ta­tive di svilup­po del pro­prio baci­no di rifer­i­men­to». In giug­no sarà inau­gu­ra­ta la sec­on­da ten­sostrut­tura da 2.500 metri quadri che si aggiungerà a quel­la da 1.800 metri quadri già in uso a sup­por­to di , che a Bres­cia ha il pro­prio hub nazionale. A con­clu­sione dell’intervento — per il quale è sta­to stanzi­a­to un mil­ione di euro — l’accoglienza del traf­fi­co com­mer­ciale potrà svilup­par­si dal­la capien­za attuale di 50 mila ton­nel­late a cir­ca 100 mila. «Gra­zie a questo poten­zi­a­men­to – ha aggiun­to Rober­to Gilar­doni, diret­tore respon­s­abile dell’unità bres­ciana – sare­mo in gra­do di miglio­rare ulte­ri­or­mente il servizi per l’attività di Poste Ital­iane e di sup­port­are la cresci­ta del traf­fi­co car­go pre­vista per i prossi­mi anni». Il vicepres­i­dente del­la D’Annunzio, Vig­ilio Bet­tin­soli, ricor­da come nei pri­mi quat­tro mesi del 2008 il traf­fi­co sia cresci­u­to del 22 per cen­to, soprat­tut­to gra­zie all’attivazione dei voli di lin­ea operati dal­la com­pag­nia Air Bee.«Nel solo mese di aprile, l’aeroporto di Mon­tichiari è risul­ta­to più atti­vo del 58 per cen­to rispet­to all’anno pas­sato: pos­i­ti­va è sta­ta infat­ti l’accoglienza del ter­ri­to­rio bres­ciano ai col­lega­men­ti di lin­ea con Roma, Napoli e Cro­tone, che saran­no affi­an­cati da metà mag­gio dal­la trat­ta Bres­cia-Olbia». Intan­to sono in arri­vo nuovi voli. A par­tire dal 2 giug­no ver­rà atti­va­to un col­lega­men­to char­ter con Cre­ta, men­tre dal 7 giug­no, ogni saba­to sarà pos­si­bile rag­giun­gere diret­ta­mente l’isola gre­ca di Ski­atos, men­tre la domeni­ca (dal 9 giug­no) si potrà volare in Sardeg­na all’aeroporto di Tor­tolì, nell’area di Arbatax.Mentre res­ta in vig­ore il volo per Tel Aviv inau­gu­ra­to a gen­naio, l’aeroporto di Bres­cia ha aper­to anche un col­lega­men­to char­ter con il nord Europa. Dal 4 mag­gio sono sta­ti orga­niz­za­ti char­ter alla vol­ta del­la Svezia: si atter­ra a Mal­moe, cit­tà col­le­ga­ta a Cope­naghen gra­zie al ponte sul­lo stret­to di Ore­sund che, in soli 16 chilometri, por­ta in Danimarca.Altri pas­sag­gi sono pre­visti da e per Stoc­col­ma e a luglio la com­pag­nia Euro­pean oper­erà da Mon­tichiari a Bournemouth, nel sud d’Inghilterra.[FIRMA]

Parole chiave: