Al Vittoriale di Gardone Riviera il gruppo francese Quat’zart presenta «A fuego lento»

Danza tra sensualità e teatro

20/07/2000 in Spettacoli
Di Luca Delpozzo

Dan­za pro­tag­o­nista, stasera, giovedì 20 luglio. Al Vit­to­ri­ale di Gar­done Riv­iera il grup­po francese Quat’zart pre­sen­ta «A fuego lento». A fuego lento — Spet­ta­co­lo in «com­pro­pri­età», questo pre­sen­ta­to alle 21,30 nell’anfiteatro garde­sano dall’ensemble francese di Cather­ine Berbessou. «A fuego lento», infat­ti, è inser­i­to nel cartel­lone di Gar­dadan­za, la rasseg­na orga­niz­za­ta da Gar­daeven­ti, e in quel­lo del Vit­to­ri­ale. Lo spet­ta­co­lo replicherà il 23 luglio in cit­tà, nel piaz­za­le del­la loco­mo­ti­va in Castel­lo, per la «Fes­ta del­la dan­za». Pro­tag­o­nista asso­lu­to del­la core­ografia è il tan­go, qui pro­pos­to nel­la sua ver­sione più con­tem­po­ranea: una musi­ca, cioè, che, pur non conce­den­do niente al folk­lore, riesce a man­tenere inal­ter­ata la sua raf­fi­natez­za e la car­i­ca di sen­su­al­ità che l’hanno resa cele­bre. Per i bres­ciani, «A fuego lento» non è una novità. Lo spet­ta­co­lo, infat­ti, ha aper­to l’edizione ’98, la pri­ma, di Gar­dadan­za. «Abbi­amo deciso di rein­vitare ques­ta com­pag­nia — spie­ga Gigi Cristo­fore­t­ti, il diret­tore artis­ti­co del­la rasseg­na — per­ché, in questi ulti­mi anni, Cather­ine Berbessou si sta impo­nen­do sem­pre più a liv­el­lo inter­nazionale. Questo invi­to, insom­ma, è un omag­gio ad una grande coreografa».