Organizza il Lions club San Vigilio

Danze popolari yiddish per le «case di Daniele»

05/08/2005 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

Con­cer­to di musi­ca popo­lare dell’Est Europa ques­ta sera alle 21 al castel­lo scaligero. Lo spet­ta­co­lo di benef­i­cen­za, pro­mosso dal Lions Club San Vig­ilio Gar­da Ori­en­tale con il patrocinio del Comune, pro­pone musiche bal­caniche e Klezmer con ani­mazione di bal­lo ese­gui­to dal­la fan­fara Zigana; il rica­va­to sarà devo­lu­to all’associazione «le case degli angeli di Daniele». Si trat­ta di unarete di strut­ture di accoglien­za e di lavoro per hand­i­cap­pati indi­gen­ti, sen­za dis­tinzione di raz­za, reli­gione e cul­tura: il prog­et­to è nato nel 1998 alla morte di Daniele, splen­di­do ragaz­zo hand­i­cap­pa­to, ucciso sul­la stra­da all’età di 22 anni, quan­do già ave­va con­se­gui­to stra­or­di­nari risul­tati nel fati­coso cam­mi­no ver­so la “nor­mal­ità”. I suoi gen­i­tori, impeg­nati a costru­ire case di accoglien­za in ogni con­ti­nente (Ecquador, Tan­za­nia, Ango­la, Etiopia, India) in sua memo­ria, aprono il prog­et­to a tutte le per­sone che vogliono con­di­videre con loro la gioiosa espe­rien­za di aiutare i più deboli, abban­do­nati ed emar­ginati. La Fan­fara Zigana è un ses­tet­to com­pos­to da musicisti verone­si prove­ni­en­ti da diverse espe­rien­ze musi­cali, che si trovano a con­di­videre la cul­tura popo­lare dell’est Europa, con par­ti­co­lare atten­zione ai pae­si bal­cani­ci. Il reper­to­rio che pro­pone è un itin­er­ario tra musiche yid­dish e klezmer, bal­late popo­lari russe, unghere­si, rumene, serbe, croate e armene rilette attra­ver­so una for­mazione di grande impat­to sonoro. Molti dei brani ese­gui­ti dal­la Fan­fara Zigana sono danze col­let­tive del­la tradizione ebraica e bal­cani­ca: pos­sono essere pro­posti e gui­dati da un’animatrice pre­sente tra il pub­bli­co. La musi­ca, in queste occa­sioni, oltre che piacev­ole momen­to per chi ascol­ta, diven­ta occa­sione di coin­vol­gi­men­to sociale, attra­ver­so danze di facile apprendi­men­to, alle quali il pub­bli­co è invi­ta­to a parte­ci­pare. La Fan­fara è com­pos­ta da Mar­co Moz­zo, clar­inet­to; Davide Zam­bel­li, sax sopra­no e alto, flau­ti dol­ci; Giuseppe Zam­bon, fis­ar­mon­i­ca; Ren­zo Segala, sax bas­so e clar­inet­to bas­so; Tom­ma­so Cas­tiglioni, per­cus­sioni; Emanuela Per­li­ni, can­to, dan­za, percussioni,clavicembalo, arran­gia­men­ti. L’ensemble col­lab­o­ra con vari grup­pi di dan­za popo­lare e recen­te­mente ha inciso il cd Osteu­ropa Folk Music e il cd alle­ga­to al libro di F. Per­li­ni e D. Zam­bel­li Danze e suoni dei Bal­cani, edi­zione Mela­Mu­sic, Verona.