Domenica prossima alle ore 11 verrà inaugurata a Rivoltella

Davanti alla chiesa di S.Michele nuova piazza anche di uso civico

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Una nuo­va piaz­za per Riv­oltel­la. Gra­zie al com­ple­ta­men­to del sagra­to del­la chiesa di S. Michele arcan­ge­lo, la cui inau­gu­razione è in pro­gram­ma domeni­ca prossi­ma, 21 mag­gio, alle ore 11, la popolosa frazione di Desen­zano ricev­erà in dono anche una piaz­za. Ma la piaz­za, nel­la sua com­pletez­za (come si vede nel­la foto del­lo schema di prog­et­to, ndr), sarà pronta solo a fine anno. Non sarà forse quel­la piaz­za che desider­a­va da tan­to tem­po parte del­la popo­lazione di Riv­oltel­la, tut­tavia l’area din­nanzi alla chiesa subirà una tale trasfor­mazione ed un maquil­lage così sig­ni­fica­ti­vo che, con la con­tem­po­ranea chiusura al traf­fi­co di via Benedet­to Croce, rap­p­re­sen­terà un grade­v­ole luo­go di intrat­ten­i­men­to nel cen­tro stori­co. Il tut­to sen­za ecces­sive spese. Al taglio del nas­tro, oltre al sin­da­co Fioren­zo Pien­az­za ed alla giun­ta al com­ple­to, ci sarà il par­ro­co don Gui­do Romag­no­li, che benedirà il nuo­vo sagra­to. I lavori sono sta­ti ese­gui­ti gra­zie ad una con­ven­zione stip­u­la­ta nel­lo scor­so novem­bre tra il Comune e la par­roc­chia: in cam­bio delle opere a cari­co dell’amministrazione, la par­roc­chia ha cedu­to in servitù di uso pub­bli­co un’area di cir­ca 1.000 metri qua­drati e for­ni­to il mate­ri­ale per la pavi­men­tazione del­la parte adibi­ta a sagra­to. Il sec­on­do stral­cio dei lavori andrà poi a com­pletare il piano, cre­an­do le con­dizioni, come si dice­va, di trasfor­mare l’area anti­s­tante la chiesa di Riv­oltel­la in un’autentica piaz­za. La nuo­va sis­temazione prevede, infat­ti, due zone con­tigue e col­le­gate tra loro ma visi­va­mente e fun­zional­mente dif­feren­zi­ate: una al liv­el­lo dell’ingresso alla chiesa, l’altra al piano stradale, più con­nes­sa con l’uso pub­bli­co. Le aree saran­no entrambe rives­tite con mate­ri­ali pre­giati (las­tre di por­fi­do e mar­mo di Bot­ti­ci­no per il sagra­to, cubet­ti di por­fi­do per la restante area). Saran­no instal­late due pan­chine in mar­mo ed una serie di alberi for­mer­an­no la cor­nice che accom­pa­gna il pas­sag­gio tra l’area reli­giosa e l’area civi­ca. L’altra novità riguar­da, invece, l’introduzione di una «zona 30», come annun­cia l’assessore ai lavori pub­bli­ci Rodol­fo Bertoni, così che l’intera zona potrà «assumere le fun­zioni di incon­tro e social­iz­zazione pro­prie di una piaz­za; non esclu­do infat­ti che la domeni­ca o nelle occa­sioni par­ti­co­lari quel trat­to di via Croce pos­sa essere chiu­so al traf­fi­co veicolare».