Inaugurazione alla Casa di riposo di Desenzano. Il veicolo servirà per il trasporto anziani

Debutta il pulmino

Di Luca Delpozzo
m.to.

Fes­ta grande ques­ta mat­ti­na alla Pia Opera San­t’An­gela Meri­ci di Desen­zano. Con un notev­ole sfor­zo eco­nom­i­co, al quale han­no con­tribuito la Ban­ca Popo­lare di Verona e il Lions Club del bas­so Gar­da, da oggi entr­erà in fun­zione un nuo­vo pul­mi­no per il trasporto degli anziani e dei sogget­ti dis­abili. Inter­ver­ran­no al taglio del nas­tro il pres­i­dente del­la Casa di riposo, Mas­si­mo Bernar­di­ni, il seg­re­tario Mau­r­izio Caris­tia, i rap­p­re­sen­tan­ti del­la Ban­ca e del Lions club, quin­di alcu­ni ammin­is­tra­tori comu­nali. Il vei­co­lo può trasportare fino a nove per­sone, oltre al con­du­cente, è dota­to di un ele­va­tore elet­tri­co e di tre posti attrez­za­ti a car­rozzel­la. Il mez­zo, come spie­ga il seg­re­tario Caris­tia, servirà per moltepli­ci fun­zioni: il trasporto degli anziani ospi­ti e dei sogget­ti con dif­fi­coltà psi­co-moto­rie e degli uten­ti che si riv­ol­go­no al Cen­tro diurno inte­gra­to. Fino­ra, gli anziani era­no obbli­gati a servir­si di mezzi di loro famigliari o di for­tu­na, ovvi­a­mente con dis­a­gi enor­mi. Adesso, con l’ar­ri­vo del nuo­vo pul­mi­no, fra l’al­tro real­iz­za­to sec­on­do le più mod­erne tec­nolo­gie e com­fort, sicu­ra­mente la Casa di riposo di Desen­zano ha col­ma­to una grossa lacu­na. Il vei­co­lo ver­rà benedet­to sta­mat­ti­na alle 11 nel cor­tile anti­s­tante l’in­gres­so prin­ci­pale del­l’is­ti­tu­to di via Vit­to­rio Vene­to che nel­la nos­tra provin­cia è tra i mag­giori e più con­fortevoli cen­tri di res­i­den­za assistiti.