Il problema navigazione

Decolla il parlamentino

10/01/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Via lib­era al par­la­menti­no del­la con la dis­tribuzione delle deleghe all’interno del con­siglio diret­ti­vo. A uscirne rip­a­ga­ta è la com­po­nente veronese con due impor­tan­ti incar­ichi: la vicepres­i­den­za asseg­na­ta a Gio­van­ni Zap­palà sin­da­co di Bren­zone e la con­fer­ma di Anto­nio Pasot­ti di al tur­is­mo. Il pres­i­dente Giuseppe Mongiel­lo, vice sin­da­co del comune di Salò, può con­tare anche sul­la stret­ta col­lab­o­razione del trenti­no Vin­cen­zo Ces­chi­ni e del bres­ciano Mar­cel­lo Cobel­li respon­s­abili rispet­ti­va­mente del set­tore ambi­ente ed Inter­net. A com­pletare il diret­ti­vo ci sono i verone­si: Davide Bendinel­li, asses­sore provin­ciale al Tur­is­mo e Cipri­ano Castel­lani sin­da­co di Capri­no; i bres­ciani Mar­cel­lo Beschi di Mader­no, Clara Medici di Desen­zano e Ade­lio Zanel­li di Pueg­na­go; nonché i man­to­vani Bruno Righet­ti di Cavri­ana e Vir­ginio Annoni di Vol­ta Man­to­vana. «Un’assegnazione di deleghe che ha dovu­to ten­er con­to di una situ­azione com­p­lessa » fa pre­sente il neo vice pres­i­dente Zap­palà, «emer­sa all’indomani dell’assemblea elet­ti­va che ave­va por­ta­to a una dimin­uzione del­la rap­p­re­sen­tan­za veronese rispet­to alla pas­sa­ta leg­is­latu­ra.» «Era per­tan­to indis­pens­abile, ai fini di un riequi­lib­rio inter­no, arrivare a una pre­sen­za più forte, non tan­to per­son­ale », pre­cisa Zap­palà , «ma come provin­cia di Verona nell’esecutivo comunitario».

Parole chiave: