Non a perso tempo il neo eletto presidente della Comunità del Garda, Giuseppe Mongiello, a comporre il consiglio di Amministrazione della sua gestione

Deleghe in Comunità del Garda

13/01/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Non a per­so tem­po il neo elet­to pres­i­dente del­la , Giuseppe Mongiel­lo, a com­porre il con­siglio di Ammin­is­trazione del­la sua ges­tione. Nel­la riu­nione del 5 gen­naio scor­so infat­ti sono sta­ti asseg­nati quegli incar­ichi nec­es­sari per avviare il nuo­vo cor­so di ques­ta Comu­nità che da tem­po neces­si­ta di inter­ven­ti atti ad un inci­si­va pre­sen­za non solo nel­la pro­mozione dell’immagine uni­taria del ma anche all’avvio di una sor­ta di Azien­da impren­di­to­ri­ale. Nel­la dis­tribuzione delle deleghe sono state con­fer­mate alcune prece­den­ti posizioni, spe­cial­mente per quan­to riguar­da la son­da veronese usci­ta inde­boli­ta dalle votazioni per il rin­no­vo del con­siglio di Ammin­is­trazione. Ai verone­si Mongiel­lo ha asseg­na­to la vicepres­i­den­za aGio­van­ni Zap­palà sin­da­co di Bren­zone e ricon­fer­ma­to Anto­nio Pasot­ti di al tur­is­mo anche se rimane la pos­si­bil­ità che parte delle tem­atiche tur­is­tiche vengano in futuro gestite a quat­tro mani con l’inserimento di una sec­on­da per­sona del­e­ga­ta. Mongiel­lo, ha volu­to avere una stret­ta col­lab­o­razione con il trenti­no Vin­cen­zo Ces­chi­ni, per il set­tore ambi­ente ed il bres­ciano Mar­cel­lo Cobel­li per quel­lo di Inter­net. Gli altri verone­si pre­sen­ti nel CDA sono l’assessore provin­ciale al tur­is­mo Davide Bendinel­li e Cipri­ano Castel­lani sin­da­co di Capri­no. Per i bres­ciani invece il pos­to di con­sigliere è anda­to al mader­nese Mar­cel­lo Beschi, alla manerbese Clara Meri­ci e Ade­lio Zanel­li (ex pres­di­ente del­la stes­sa Comu­nità del gar­da) di Pueg­na­go. Posti anche ai man­to­vani Bruno Righet­ti di Cavri­ana e Vir­ginio Annoni di Vol­ta Man­to­vana. Una scelta, quel­la per l’assegnazione delle deleghe, per­al­tro non anco­ra com­ple­ta­ta, che ha volu­to essere anche un seg­nale net­to ver­so quei comu­ni che recen­te­mente ave­vano abban­do­na­to la Comu­nità stes­sa per svariati mortivi e la cui ricuci­tu­ra del­lo strap­po è uno dei temi che Mongiel­lo vuole affrontare il più presto pos­si­bile. Un ulti­ma novità nel nuo­vo cor­so del­la ges­tione potrebbe essere quel­lo del­la scelta di una nuo­va sede pos­si­bil­mente a Sirmione.

Parole chiave: