Depurazione del lago di Garda: Lombardia e Veneto unite per raggiungere l’obiettivo

29/10/2016 in Attualità
Di Redazione

Si è svolto a Bres­cia, nel­la sala con­sil­iare di Palaz­zo Bro­let­to, un incon­tro tra le Regioni Lom­bar­dia e Vene­to, con gli Asses­sori Terzi e Bottacin, in pre­sen­za dell’On. Maria Stel­la Gelmi­ni, Pres­i­dente del­la , Pier Lui­gi Mot­tinel­li, Pres­i­dente del­la Provin­cia di Bres­cia e Gio­van­ni Peretti, Pres­i­dente Asso­ci­azione Tem­po­ranea di Scopo () Gar­da Ambiente.

Con le pre­messe che il lago di Gar­da è un volano per l’economia del ter­ri­to­rio, le sue acque dol­ci sono un pat­ri­mo­nio idri­co nazionale (40%), è sta­ta sot­to­lin­ea­ta l’urgenza di inter­venire per affrontare un prob­le­ma che con­cerne non solo le infrazioni UE, ma che sta met­ten­do a ris­chio la salute stes­sa del lago.

e , insieme, sono pronte a richiedere un finanzi­a­men­to per la riqual­i­fi­cazione degli impianti: una pro­ce­du­ra che riguar­da gli ATO di Bres­cia e di Verona, che dovran­no nom­inare un sogget­to, indi­vid­u­a­to nell’ATS, del­e­ga­to a inter­loquire con il Gov­er­no per reperire i fon­di necessari.

Gra­zie anche alla fat­ti­va col­lab­o­razione con gli Onorevoli del PD Alessia Rot­ta per il ter­ri­to­rio veronese e Giulio Galper­ti per quel­lo bres­ciano, il ter­ri­to­rio si è dunque dimostra­to uni­to non solo negli inten­ti, ma anche mate­rial­mente per reperire risorse. Il Sin­da­co di Sirmione, Alessan­dro Mat­tin­zoli, ha infat­ti pro­pos­to di des­tinare una quo­ta dell’imposta di sog­giorno a questo scopo.

Si è ricorda­to che il Sot­toseg­re­tario Luca Lot­ti, Pres­i­dente del CIPE, in una recente visi­ta a Verona, ha garan­ti­to la disponi­bil­ità del Gov­er­no a finanziare l’opera con 100 mil­ioni di euro.