Da sabato i festeggiamenti per il bicentenario di canonizzazione. Prima tappa alla casa natale, alle Grezze
Le spoglie di Sant’Angela Merici in Duomo fino al 24 maggio

Desenzano accoglie la santa

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Mario Mattei

Desen­zano si appres­ta a riab­brac­cia­re Sant’Angela Meri­ci: la traslazione delle spoglie del­la san­ta garde­sana, da Bres­cia alla cit­tà , è pre­vista per la ser­a­ta di saba­to in local­ità Grezze, dove sorge l’abitazione che fu di Sant’Angela. Con­tes­tual­mente si aprirà una set­ti­mana di cel­e­brazioni, nel bicen­te­nario del­la can­on­iz­zazione, il 24 maggio.E’ la terza vol­ta che le spoglie di Sant’Angela «vis­i­tano» Desen­zano: l’ultima vol­ta nel 1990 e nel 1962, quan­do è diven­ta­ta la patrona del­la cit­tà; un viag­gio che era in pro­gram­ma anche il 28 mag­gio 1974, ma la strage di piaz­za del­la Log­gia bloc­cò tut­to. Ora l’occasione spe­ciale del bicen­te­nario, per cui le cel­e­brazioni han­no pre­so il via nell’autunno scor­so. Ora vivran­no una ric­ca par­ente­si nel­la cit­tà che ha dato i natali alla San­ta. Il vesco­vo ausil­iare di Bres­cia Mario Vig­ilio Olmi, in sede di pre­sen­tazione del­la set­ti­mana, ha ricorda­to i momen­ti più sig­ni­fica­tivi che l’hanno pre­ce­du­ta: la cel­e­brazione del vesco­vo di Bres­cia che ha aper­to l’anno giu­bi­lare lo scor­so 25 novem­bre con la let­tura del­la bol­la che con­cede­va l’indulgenza ple­nar­ia a quan­ti quest’anno vis­i­tassero il san­tu­ario; la cel­e­brazione con l’arcivescovo di Dioni­gi Tet­ta­manzi, il 27 gen­naio 2007.Ora toc­ca a Desen­zano, dove un appos­i­to Comi­ta­to ha prepara­to tut­to alla per­fezione. Come det­to l’urna del­la San­ta, dopo un accu­ra­to cer­i­mo­ni­ale per cui ieri è arriva­to l’«ok» da Roma, arriverà alle Grezze saba­to ver­so le 21, dopodichè una pro­ces­sione arriverà alla chiesa di Sant’Angela. Il giorno seguente, sem­pre alla chiesa, mes­sa solenne alle 19 e trasfer­i­men­to al Duo­mo, dove l’urna resterà fino a giovedì 24 mag­gio. In Duo­mo dunque gli altri appun­ta­men­ti impor­tan­ti, oltre alle messe quo­tid­i­ane: lunedì 21 mag­gio il con­cer­to «Anti­ca stra­da e vita nuo­va: il cor­ag­gio di sper­are» con il coro San­ta Maria Mad­dale­na; nell’occasione sarà ese­gui­to il nuo­vo inno a Sant’Angela su musiche di Bepi de Marzi; mart­edì 22 nel pomerig­gio l’incontro con gli stu­den­ti e la sera la pre­sen­tazione del vol­ume di ricerche storiche «Angela Meri­ci con­civis e patrona» di Giuseppe Tosi; mer­coledì l’incontro con i malati; giovedì infine san­ta mes­sa solenne pre­siedu­ta da mon­sign­or Dominique Mam­ber­ti, seg­re­tario vat­i­cano per i rap­por­ti con gli Sta­ti, e il trasfer­i­men­to dell’urna al Meri­cianum, da dove ven­erdì mat­ti­na ripar­tirà per fare ritorno al san­tu­ario di Bres­cia; e alle 20.45 all’oratorio di Sant’Afra di vico­lo dell’Ortaglia ver­rà pre­sen­ta­ta la pri­ma del musi­cal «Come donna…come Angela» in pro­gram­ma poi anche a Mon­tichiari e a Desen­zano; da ricor­dare infine che saba­to alle 17.30 alla gal­le­ria Bosio di piaz­za Malvezzi sarà aper­ta la mostra «Ad umili e fulgide imprese».«Sant’Angela è anco­ra molto viva — ha det­to la supe­ri­o­ra gen­erale del­la com­pag­nia, Maria Tere­sa Pez­zot­ti — e la ven­er­azione per l’unica san­ta bres­ciana pre­sente nel cal­en­dario litur­gi­co uni­ver­sale è anco­ra molto prat­i­ca­ta, se è vero che anco­ra recen­te­mente sono giunte vis­ite dagli Sta­ti Uni­ti, dall’India, dall’Irlanda. Da ricor­dare inoltre che la cap­pel­la del Duo­mo, così come la stat­ua in piaz­za Malvezzi, han­no subito un’opera di restau­ro per cel­e­brare anch’esse l’anniversario; e il Comune don­erà uffi­cial­mente alle suore il reliquiario di San­ta Maria. Infine, il carat­tere car­i­tat­ev­ole: il rica­va­to delle messe e del­la ven­di­ta del vol­ume stori­co sarà devo­lu­to per il prog­et­to «Tessendo la vita», che si occu­pa dell’inserimento lavo­ra­ti­vo delle donne di «Apare­ci­da de Goia­nia» in Brasile.

Parole chiave: