Scatta la tredicesima edizione del circuito bresciano: protagonisti oltre 1.700 bambini Sul Garda sono previste altre due tappe: Manerba e Rovizza di Sirmione

Desenzano «capitale» del minivoley

30/04/2003 in Sport
Di Luca Delpozzo
m.to.

Prende il via domani, a Desen­zano, il tredices­i­mo cir­cuito bres­ciano di minivol­ley. Al via 46 soci­età: 326 le squadre con 1.700 pic­coli atleti. qua­si 1.700 pic­coli atleti. Dal­la cit­tà garde­sana, che ospi­ta la pri­ma tap­pa dei giochi patro­ci­nati dal­la Provin­cia e dal Comune di Bres­cia, il cir­cuito si trasferirà poi a Gus­sa­go, Ospi­talet­to, Maner­ba, Rova­to, Sab­bio Chiese, Travaglia­to, Ron­cadelle, Maira­no, Mon­tec­chio, Roviz­za di Sirmione, Mon­tirone, Mon­ti­cel­li Brusati. La chiusura è pre­vista per l’8 giug­no a Rova­to e Chiari. Domani, comunque, l’orario di inizio è pre­vis­to alle 8.30 con le rit­u­ali iscrizioni, a cui seguirà, alle 9.30, l’apertura uffi­ciale del­la man­i­fes­tazione allo sta­dio «Tre Stelle» di via Giot­to. Poi la paro­la andrà al cam­po, alle gare che si dis­put­er­an­no fino a mez­zo­giorno con inten­sità. L’evento, a liv­el­lo locale orga­niz­za­to dal­la soci­età Desen­zano vol­ley e dal­la Fed­er­azione pallavo­lo con il patrocinio del Comune di Desen­zano, calamiterà sulle rive del Gar­da già da oggi centi­na­ia di baby pallavolisti: si par­la di cir­ca 2 mila bam­bi­ni. Un vero e pro­prio «eserci­to» che si sfiderà su una ses­san­ti­na di «spic­chi» ritagliati nel grande pra­to verde del­lo sta­dio comu­nale del cen­tro bena­cense. «Si trat­ta — dice Tiziana Gaglione, pres­i­dente del comi­ta­to provin­ciale del­la Fed­er­azione pallavo­lo — di una grande man­i­fes­tazione per il movi­men­to bres­ciano e cre­do che su tut­to pre­var­rà la gioia e l’entusiasmo che si res­pi­ra sui campet­ti da gio­co». Ind­i­rizzi di salu­to e di augu­rio di suc­ces­so alla man­i­fes­tazione sono sta­ti espres­si da Car­lo Magri (pres­i­dente nazionale del­la Fipav), dal vicepres­i­dente fed­erale Francesco Apos­toli, dal numero uno lom­bar­do Adri­ano Puc­ci Mossot­ti e dal pres­i­dente provin­ciale del Coni Ugo Ranzetti. Ma il cir­cuito è anche un’occasione di solidri­età. Il cir­cuito bres­ciano di minivol­ley aiuterà quan­ti sof­frono di mali incur­abili e ter­ri­bili come la leucemia e i lin­fo­mi. I fon­di rac­colti durante la man­i­fes­tazione ver­ran­no devo­lu­ti all’Associazione ital­iana glicogenosi e all’Associazione ital­iana leucemie e lin­fo­mi. Del resto questo maxi tor­neo, come ricor­da Fran­co Apos­toli, «mal­gra­do siano trascor­si dod­i­ci edi­zioni ha lo stes­so entu­si­as­mo del pri­mo anno». Per i pic­coli atleti è impor­tante: li aiuterà a crescere e mat­u­rare.