E’ in arrivo la mostra che, partendo dall’Umbria nel 2009, ha registrato più di 8 milioni di visitatori “devoti” al “Padre della Pop Art”

Desenzano del Garda si prepara ad abbracciare l’arte di Andy Warhol

Parole chiave:
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Non sarà sicu­ra­mente la pri­ma né l’ultima mostra ded­i­ca­ta ad Andy Warhol quel­la che approderà a Desen­zano Del Gar­da nel 2019, più pre­cisa­mente dal 9 novem­bre 2019 al 19 gen­naio 2020. Ma di cer­to corre il piacev­ole ris­chio di entrare nel­la sto­ria per il sem­plice moti­vo di aver avu­to una dura­ta di ben 10 anni dal­la pri­ma espo­sizione e aver accolto nelle varie sedi ital­iane ed estere, che l’hanno ospi­ta­ta in maniera itin­er­ante, com­p­lessi­va­mente oltre 8 mil­ioni di vis­i­ta­tori. Era il 2009 quan­do “Andy Warhol …in the city” tagliò per la pri­ma vol­ta il nas­tro inau­gu­rale a Peru­gia e gli orga­niz­za­tori – in tes­ta l’agenzia Pub­bli­work Even­ti – mai avreb­bero immag­i­na­to che a quel­la mostra ne sareb­bero segui­te svari­ate decine fino a coprire tem­po­ral­mente due lus­tri. Inevitabile, per­ciò, dopo tante espo­sizioni, appro­dare al Castel­lo di Desen­zano Del Gar­da, con l’obiettivo di ripar­tire per una nuo­va espe­rien­za ded­i­ca­ta, in prim­is, all’appassionato pub­bli­co locale, che ver­rà coin­volto con un diver­so appro­fondi­men­to del­la poliedric­ità dell’artista statu­nitense, scom­par­so a New York nel feb­braio 1987 a 59 anni.

La macchi­na orga­niz­za­ti­va, ormai roda­ta, ha mes­so a pun­to negli ulti­mi giorni, oltre a date e loca­tion, anche il focus del­la mostra e il lot­to dei lavori che ver­ran­no esposti: oltre 100 opere, tra gra­fiche storiche, litografie, seri­grafie e off­set fir­mate, che fan­no parte del­la sto­ria icono­grafi­ca del Padre del­la Pop Art, per lunghi anni in pri­ma lin­ea nel cam­po non solo del­la pit­tura e del­la fotografia, ma anche del cin­e­ma e del­la pub­blic­ità.

Nell’occasione ver­rà espos­to il Maxi Puz­zle, in omag­gio a Kei­th Har­ing, altro grande espo­nente del­la Pop Art. Il Maxi Puz­zle è prodot­to dal­la Ravens­burg­er. Com­pos­to da 32.600 tessere, con una dimen­sione di mt. 5,44 x 1,92, per un peso di cir­ca 17 kg, è il più grande puz­zle mai real­iz­za­to al mon­do.

La mostra-even­to ha già ottenu­to il Patrocinio del Comune di Desen­zano Del Gar­da.

Parole chiave:

Commenti

commenti