Gruppi cinofili al top per il Progetto starna

Desenzano e Pozzolengo

01/06/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Il Grup­po Cinofi­lo Bres­ciano Leones­sa, fra un mare di dif­fi­coltà anche finanziarie, si è sem­pre dis­tin­to con man­i­fes­tazioni cinofile di notev­ole inter­esse per la selezione, miglio­ra­men­to esteti­co e qual­i­ta­ti­vo dei cani pre­sen­ti. Tra le inizia­tive di mag­gior suc­ces­so va reg­is­tra­to quest’anno il recu­pero del­la star­na, in una zona che l’ambisce la pia­nu­ra adi­a­cente il , con l’individuazione di un ter­ri­to­rio com­pre­so fra Lona­to, Desen­zano e Poz­zolen­go. Sig­ni­fica­ti­va ed elo­quente la denom­i­nazione del­la vas­ta area: «Zona Prog­et­to Star­na». L’iniziativa ha trova­to un sosten­i­tore nel vice pres­i­dente del Grup­po cinofi­lo Umber­to Salet­ti, che ha saputo coag­u­lare intorno a sé un grup­po di col­lab­o­ra­tori appas­sion­ati. Fra tutte le edi­zioni di com­pe­tizioni cinofi­lo-ago­nis­tiche orga­niz­zate negli ulti­mi anni, l’edizione che si è svol­ta in mar­zo per «con­ti­nen­tali e i cani da fer­ma delle razze ingle­si» ha seg­na­to un buon suc­ces­so. L’organizzazione è risul­ta­ta per­fet­ta, i ter­reni in ottime con­dizioni, la veg­e­tazione otti­male. Dall’esame delle relazioni delle qual­i­fiche e delle clas­si­fiche, dal numero ril­e­vante dei parte­ci­pan­ti all’addestramento dei cani di tutte le razze è emer­so un buon liv­el­lo di preparazione e di com­por­ta­men­to, a dimostrazione che la cinofil­ia ital­iana è ori­en­ta­ta a por­si come mod­el­lo da imitare.

Parole chiave: