Anche Desenzano, per certi versi, risente dello stesso problema di Sirmione

Desenzano: il tema non è in discussione ma il problema c’è

Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Anche Desen­zano, per cer­ti ver­si, risente del­lo stes­so prob­le­ma di Sirmione, anche se la peniso­la cat­ul­liana ha una con­for­mazione geografi­ca che la rende forse più vul­ner­a­bile all’asse­dio dei tur­isti «mor­di e fug­gi» e dei pull­man. Eppure lo scor­so anno, in più di un’oc­ca­sione, l’al­lo­ra asses­sore all’Ur­ban­is­ti­ca, Orlan­do Farinel­li, ebbe modo di pre­mere sul tas­to del­la sosteni­bil­ità del traf­fi­co e, quin­di, del­la neces­sità di avviare degli esper­i­men­ti, come quel­lo del­la navet­ta via lago per il trasporto da e per Desen­zano dei tur­isti. «A dire il vero — dice Fioren­zo Pien­az­za, neosin­da­co di Desen­zano — qualunque ragion­a­men­to sull’introduzione di un tick­et per i pull­man o i veicoli non è anco­ra entra­to nel­la nos­tra con­sid­er­azione. Per ora lo esclu­di­amo. Direi che Sirmione ha una sua speci­ficità e, fran­ca­mente — con­tin­ua Pien­az­za — cre­do che i prob­le­mi siano un po’ diver­si dai nos­tri. Aggiun­go che, per il momen­to, non mi sen­tirei di pro­por­lo». Eppure, uno stu­dio com­mis­sion­a­to dal­la pas­sa­ta giun­ta Roc­ca (prece­dente a quel­la di Cino Anel­li) mise in evi­den­za l’im­pres­sio­n­ante numero di veicoli che tran­si­ta­vano sulle strade di acces­so alla cit­tà, in par­ti­co­lare dal­la super­stra­da di Cas­tiglione e da Lona­to. Oltre 10mila veicoli nelle ore-clou delle gior­nate prefes­tive o fes­tive. Quan­to ai pull­man, invece, per Desen­zano non si pone lo stes­so prob­le­ma di Sirmione: il loro numero è decisa­mente infe­ri­ore a quel­lo che diret­to nel­la peniso­la catulliana.