Preistoria età romana e medioevo al centro del dibattito

Desenzano si dà all’archeologia.

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Desen­zano si dà all’arche­olo­gia. A par­tire da domani, mer­coledì 26 feb­braio, prende il via a Palaz­zo Tode­s­chi­ni un ciclo di con­feren­ze pro­mosso dal­l’asses­so­ra­to alla Cul­tura, che si arti­col­erà in tre appun­ta­men­ti il cui inizio sarà sem­pre alle ore 21. Il pri­mo vedrà come rela­tore il pro­fes­sor Raf­faele De Mari­nis, ordi­nario di Preis­to­ria e pro­to­sto­ria all’ degli Stu­di di , che affron­terà «La tar­da preis­to­ria del bas­so Gar­da: prob­le­mi e prospet­tive di ricer­ca». Giovedì 13 mar­zo, invece, toc­cherà alla dot­tores­sa Brunel­la Por­tu­lano (con­ser­va­tore del Civi­co Museo di Maner­bio) che par­lerà del «Bas­so Gar­da in età romana» e, infine, mer­coledì 26 mar­zo «Il ter­ri­to­rio garde­sano tra tar­da anti­chità e alto medio­e­vo» sarà il ter­zo tema affronta­to dal pro­fes­sor Gian Pietro Bro­gi­o­lo ( di Pado­va). Il con­sulente sci­en­tifi­co è la dot­tores­sa Clau­dia Man­gani, del Museo arche­o­logi­co «Ram­bot­ti» di Desen­zano. Sarà, infine, Maria Vit­to­ria Papa, asses­sore alla Cul­tura, a pre­sentare l’inizia­ti­va in occa­sione del pri­mo incon­tro in pro­gram­ma, come si dice­va, domani sera. Ingres­so libero. Info: uffi­cio Cul­tura v. Car­duc­ci (tel. 030.9994275; e‑mail cdes.cultura@onde.net.