Promossi dalla Croce Bianca

Diciotto incontri di pronto soccorso

29/09/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Garda

Lezioni di pri­mo soc­cor­so: le pro­pone nuo­va­mente la Croce Bian­ca di Tor­ri pres­so la sala civi­ca garde­sana di via Colom­bo. La pre­sen­tazione del cor­so si ter­rà domani sera alle 21. «Il cor­so», spie­ga Fabio Raguzzi, pres­i­dente del­la Croce Bian­ca, il sodal­izio tor­re­sano che ha una sezione stac­ca­ta pro­prio nel­la palazz­i­na dell’ex ambu­la­to­rio di via Colom­bo a Gar­da, «è riv­olto a tut­ti col­oro che vogliono avvic­i­nar­si alle prob­lem­atiche del soc­cor­so san­i­tario extraospedaliero». Domani sera Raguzzi e i suoi col­lab­o­ra­tori illus­tr­eran­no la strut­tura delle lezioni nel det­taglio. Pos­si­amo antic­i­pare che ci saran­no diciot­to incon­tri a par­tire da domani con appun­ta­men­ti ser­ali due volte la set­ti­mana, più una pro­va finale di ver­i­fi­ca. «Tut­to il cor­so», dice il vicepres­i­dente del­la Croce Bian­ca, Attilio Bel­lorio, «viene svolto da medici ed infer­mieri pro­fes­sion­ali del com­par­to di urgen­za ed emer­gen­za. Si trat­ta per­tan­to di una preziosa occa­sione di aggior­na­men­to per i nos­tri attuali volon­tari, ma anche di un’opportunità di avvic­i­na­men­to al mon­do del soc­cor­so san­i­tario e al servizio in ambu­lan­za per chi­unque altro». «Ovvi­a­mente», aggiunge Raguzzi , «la sper­an­za è che tra col­oro che fre­quenter­an­no il cor­so nascano nuovi volon­tari del­la nos­tra asso­ci­azione. I risul­tati delle inizia­tive assunte gli scor­si anni sono del resto incor­ag­gianti in questo sen­so». Le lezioni vert­er­an­no su varie casis­tiche del pri­mo soc­cor­so: dal paziente trau­ma­tiz­za­to alle con­seguen­ze degli inci­den­ti stradali, dai trau­mi domes­ti­ci alle patolo­gie car­diache, res­pi­ra­to­rie e neu­ro­logiche. «È dunque un cor­so», inter­viene anco­ra Bel­lorio, «che mira sia alla preparazione per il soc­cor­so in ambu­lan­za, un’attività speci­fi­ca del­la nos­tra asso­ci­azione, sia all’insegnamento degli inter­ven­ti da eseguire nel caso si ver­i­fichi­no quei pic­coli inci­den­ti che ognuno di noi può trovar­si ad affrontare nell’ambiente lavo­ra­ti­vo o domes­ti­co». Insom­ma chi parteciperà potrà acquisire un bagaglio di conoscen­ze utilis­si­mo per far fronte con una cer­ta tran­quil­lità e con buona com­pe­ten­za ad even­tu­ali situ­azioni di emer­gen­za che si potessero ver­i­fi­care nel­la vita quo­tid­i­ana. E non a caso ogni anno sono abbas­tan­za numerosi gli oper­a­tori tur­is­ti­ci che pren­dono parte al cor­so orga­niz­za­to dal­la Croce Bian­ca: vis­to l’altissimo numero di vacanzieri che fre­quen­tano la riv­iera non è per niente raro che in alberghi, res­i­dence e campeg­gi ci si tro­vi di fronte a prob­lem­atiche di tipo infor­tunis­ti­co o san­i­tario. A fine stage, si dice­va, saran­no svolte delle ver­i­fiche di natu­ra teori­co-prat­i­ca. «L’obiettivo », sot­to­lin­ea Bel­lorio, « è quel­lo di abil­itare i cor­sisti a met­tere in prat­i­ca quan­to appre­so durante le lezioni. Chi supera l’esame ottiene comunque anche un attes­ta­to di idoneità, che tra l’altro può essere utile, oltre all’a­bil­i­tazione al soc­cor­so, anche ai fini di con­cor­si pub­bli­ci o per l’acquisizione del cred­i­to sco­las­ti­co. Chi volesse ulte­ri­ori infor­mazioni può riv­ol­ger­si alle sedi di Tor­ri e di Gar­da del­la Croce Bian­ca, tele­fo­nan­do ai numeri 045.629.62.22 e 045.725.59.99.