Il Consorzio di Tutela invita alla cerimonia di questo sabato, a San Zeno di Montagna.

Dieci anni di Dop: il marrone di San Zeno

Parole chiave:
Di Redazione

Cade gius­to questo saba­to 5 otto­bre il 10° anniver­sario del Mar­rone di San Zeno Dop. E il Comune di San Zeno di Mon­tagna, paese del Gar­da veronese, per inizia­ti­va del Con­sorzio di Tutela pro­pone una gior­na­ta di cel­e­brazioni nel­la sede comu­nale di via Cà Mon­tagna, a par­tire dalle ore 10.

PROGRAMMA

Pre­sen­tazione dell’Associazione Cas­tan­i­coltori e sto­ria del­la Dop

Inter­ven­to del­l’ingeg­nere Gia­co­mo Peretti, past pres­i­dent dell’Associazione Cas­tan­i­coltori di San Zeno

Si par­lerà del­la “DOP oggi: evoluzione e obi­et­tivi per il futuro” con Simone Cam­pag­nari, pres­i­dente del Con­sorzio del Mar­rone di San Zeno Dop.

Com­men­ti e inter­ven­ti delle autorità pre­sen­ti:

-          Ful­vio Viesi, Pres­i­dente dell’Associazione Tutela Mar­rone di Cas­tione e Vice-Pres­i­dente Asso­ci­azione Nazionale Cit­tà del Castag­no

-          Clau­dio Valente, Pres­i­dente Provin­ciale del­la Fed­er­azione provin­ciale Coldiret­ti

-          Gra­ziel­la Finot­ti, Sin­da­co del Comune di San Zeno di Mon­tagna

-          Fran­co Fer­rari­ni, Vice-Pres­i­dente del­la Valpo­li­cel­la Bena­co Ban­ca

Mod­era l’incontro: Mar­co San­ti­ni, gior­nal­ista

A con­clu­sione del­la cel­e­brazione Lui­gi Frig­ot­to, asses­sore provin­ciale veronese all’Agricoltura con­seg­n­erà gli attes­ta­ti di mer­i­to a tut­ti i pro­dut­tori del Con­sorzio.

Seguirà un buf­fet offer­to dal Con­sorzio.

Info: tel. 045/7285017 — http://www.marronedisanzeno.it

 

LA STORIA DEL CONSORZIO

Il Con­sorzio di Tutela del Mar­rone di San Zeno D.O.P. — con sede in via Cà Mon­tagna a San Zeno (Vr) — nasce dal­l’inizia­ti­va di un grup­po di pro­dut­tori di mar­roni del monte Veronese che, nel 1997, han­no cos­ti­tu­ito l’As­so­ci­azione del Mar­rone di San Zeno. L’o­bi­et­ti­vo prin­ci­pale del­l’As­so­ci­azione era rimet­tere in pie­di la cas­tan­i­coltura del Bal­do e sal­va­guardare l’am­bi­ente, le tradizioni e i cos­tu­mi locali. Ma il solo modo per rius­cir­ci era per­me­t­tere ai pro­dut­tori di ottenere un prez­zo migliore per il pro­prio prodot­to e ricavare un red­di­to dal­la cas­tan­i­coltura.

Da qui è nata l’e­si­gen­za del­la Denom­i­nazione d’O­rig­ine Pro­tet­ta, D.O.P.,
• che tuteli il vero e solo “Mar­rone di San Zeno” da imi­tazioni e con­cor­ren­ze sleali;
• che per­me­t­ta di val­oriz­zare la qual­ità gra­zie al pres­ti­gio ed alla garanzia del mar­chio comu­ni­tario;
• che sig­ni­fichi omo­geneità qual­i­ta­ti­va delle pro­duzioni, come pre­vis­to dal dis­ci­pli­nare di pro­duzione
• che incre­men­ti la noto­ri­età del prodot­to gra­zie alla conoscen­za del mar­chio comu­ni­tario da parte del con­suma­tore.

L’am­bì­to riconosci­men­to europeo è sta­to ottenu­to nel 2003 e nel­lo stes­so anno si è cos­ti­tu­ito il Con­sorzio di Tutela del Mar­rone di San Zeno D.O.P. che oggi riu­nisce 45 soci.
Le attiv­ità del Con­sorzio sono numerose: si con­cen­tra prin­ci­pal­mente nel­la pro­mozione e tutela del Mar­rone di San Zeno D.O.P. orga­niz­zan­do, in col­lab­o­razione col Comune, la fes­ta del Mar­rone a San Zeno di Mon­tagna e favoren­do la parte­ci­pazione a tutte le inizia­tive dove si pos­sa far conoscere il prodot­to.
Altra pri­or­ità è la sal­va­guardia delle tec­niche di lavo­razione tradizion­ali e locali come l’u­so del­la cer­ni­ta fat­ta a mano e le tec­niche di curatu­ra (la nove­na e la ris­sara), ma anche il rig­oroso uti­liz­zo di sis­te­mi di lot­ta inte­gra­ta bio­log­i­ca ad even­tu­ali malat­tie, le potature e la stret­ta osser­van­za dei peri­o­di di rac­col­ta che per­me­t­tono al Mar­rone di San Zeno D.O.P. di dis­tinguer­si dai prodot­ti sim­ili.
Ogni anno inoltre il Con­sorzio s’im­peg­na per miglio­rare i castag­neti trovan­do finanzi­a­men­ti per potature stra­or­di­nar­ie ed orga­niz­zan­do cor­si d’ag­gior­na­men­to che riguardano la potatu­ra e la dife­sa da malat­tie. Altra inizia­ti­va del Con­sorzio è pre­sentare e pro­muo­vere i prodot­ti derivan­ti dal Mar­rone di San Zeno D.O.P. come la “Mar­rona­ta”, i “Mar­roni can­di­ti” e la “Bir­ra Cas­tanea”.

Parole chiave: