Cittadinanzattiva in via Rambotti. Consulenza e assistenza soprattutto sui servizi di pubblica utilità

Difesa dei consumatori. Nasce lo sportello «Pit»

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
m.to.

Buone notizie per i con­suma­tori. A Desen­zano ha aper­to nei giorni scor­si la pri­ma sede di Pit Servizi, prog­et­to inte­gra­to di tutela nei servizi di pub­bli­ca util­ità nato per inizia­ti­va di «Cit­tad­i­nan­zat­ti­va» a dife­sa del consumatore.La nuo­va sede garde­sana, la quar­ta in Lom­bar­dia dopo quelle di Man­to­va, Pavia e , si tro­va in via Ram­bot­ti 98 (numero di tele­fono e fax 030.9124185, e mail: pitbrescia@yahoo.it) ed è aper­ta il lunedì e il mer­coledì feri­ale dalle ore 15 alle 19.Due respon­s­abili rispon­der­an­no ai vari que­si­ti che dovessero essere posti dai cit­ta­di­ni in mate­ria di «servizi di pub­bli­ca util­ità», per­ciò se si trat­ta di gas, luce ed acqua, banche e pos­ta, tele­fo­nia e trasporti. Il servizio potrà essere con­tat­ta­to gra­tuita­mente recan­dosi anche di per­sona allo sportello.L’iniziativa si deve alla sig­no­ra Anna Forin, sirmionese, coor­di­na­trice regionale di «Cit­tad­i­nan­zat­ti­va» e impeg­na­ta anche nel Tri­bunale per i Dirit­ti del mala­to, sede di Desen­zano. Uno sportel­lo di tutela del con­suma­tore che nel­la cit­tà garde­sana man­ca­va e solo gra­zie all’infaticabile ricer­ca dei suoi pro­mo­tori («il Comune ci ha det­to che non ave­va un locale da fornir­ci» ha spie­ga­to Anna Forin) d’ora in avan­ti potrà essere pun­to di rifer­i­men­to per i molti con­suma­tori che si trovano ogni giorno in «guer­ra» con i servizi di pub­bli­ca utilità.Per esem­pio, pro­prio il rap­por­to Pit del­lo scor­so anno e pre­sen­ta­to pochi mesi fa, ha ril­e­va­to che «nel 45% dei casi i pac­chi postali arrivano a des­ti­nazione in ritar­do rispet­to agli stan­dard pre­visti dal­la Car­ta di Qual­ità. Per un pac­co celere è pre­vis­to un giorno di con­seg­na più quel­lo di spedi­zione ma, facen­do una media dei ritar­di indi­cati dai cit­ta­di­ni, tale pac­co imp­ie­ga anche 8 giorni!».Non va meglio nel set­tore dell’elettricità con i fenomeni del­la bol­let­ta incom­pren­si­bile, delle tar­iffe ele­vate, dei chiari­men­ti sui conguagli, sul mal fun­zion­a­men­to del call cen­ter. Nell’acqua andi­amo peg­gio: mal fun­zion­a­men­to dei mis­ura­tori, sprechi, lavori non completati.Nel gas ci sono scarse infor­mazioni sui pan­nel­li solari, ritar­di dei nuovi allac­ci, conguagli errati, call cen­ter inac­ces­si­bili. Tutte lamentele che, nei pri­mi giorni di attiv­ità, stan­no già pioven­do sul nuo­va strut­tura a dife­sa dei con­suma­tori di Desen­zano.

Parole chiave: -