Per non dimenticare l’8 settembre

07/10/2013 in Libri
Di Redazione

Un libro per non dimen­ti­care. La sezione di Lona­to dell’Associazione Nazionale del Fante ha cosi deciso di ricor­dare il 70° anniver­sario dell’Armistizio del­la Sec­on­da Guer­ra mon­di­ale con un book-inter­vista ai reduci lonate­si anco­ra viven­ti.

Con ques­ta pub­bli­cazione – spie­ga Moran­do Peri­ni, pres­i­dente del sodal­izio ed ex sin­da­co di Lona­to – abbi­amo volu­to dare voce ai lonate­si che furono coin­volti nelle vicende dell’Armistizio dell’8 set­tem­bre 1943, men­tre  ves­ti­vano la divisa mil­itare. Non una cronaca di guer­ra, dunque, quan­to piut­tosto una cronaca che dimostri come la notizia fu col­ta, quali furono le emozioni di quei momen­ti e le deci­sioni prese da gio­vani poco più che ven­ten­ni. È sta­to com­movente rac­cogliere le parole e i det­tagli dei loro rac­con­ti. Alcu­ni reduci han­no però prefer­i­to non rac­con­tare le loro vicende, chiusi nel­la volon­tà di non dover ricor­dare quei tragi­ci giorni e fat­ti del­la loro giovinez­za. Li rispet­ti­amo. Siamo sem­pre disponi­bili a inte­grare con nuove mem­o­rie questo doc­u­men­to…”

I reduci che si rac­con­tano sono il capo­ral mag­giore Lui­gi Gres­pan, il fante Francesco Bon­at­ti, l’aviere Nevio Baruf­fo­lo, il mitragliere Guer­ri­no Trec­ca­ni (di cui riman­gono solo le mem­o­rie scritte), il capo­ral mag­giore Ange­lo Abate, il ser­gente Domeni­co Scardig­no, l’ar­tigliere Giuseppe Scar­la­ta. Una pag­i­na viene ded­i­ca­ta anche agli Inter­nati Mil­i­tari Ital­iani rac­con­tan­do, per esem­pio, quel che suc­cede­va lun­go la fer­rovia a Lona­to. Gesti di grande uman­ità. All’8 set­tem­bre 1943 Rosa e Cecil­ia era­no due bam­bine di qua­si cinque anni.

I loro gen­i­tori, immag­ini­amo con quale cuore agi­ta­to, man­da­vano le bam­bine con sec­chi d’acqua e un mesto­lo di fer­ro vici­no ai vago­ni per dis­setare i pri­gion­ieri. Tra le sto­rie dei lonate­si viene cita­to quel­la dell’artigliere Gia­co­mo Crot­ti, nato a Lona­to il 26 gen­naio 1921. Crot­ti prese parte alla cam­pagna di Rus­sia rius­cen­do a sal­var­si e l’8 set­tem­bre era ad Arma Tag­gia.

Il libro dei reduci lonate­si è disponi­bile nelle edi­cole del­la cit­tad­i­na e pres­so la libre­ria “I lib­ri siamo noi” al cos­to di 5 euro, come con­trib­u­to alle spese sostenute dall’associazione.

(Rober­to Dar­ra)