Il «vice» Mongiello si dimette da assessore e si dedica alla presidenza della Comunità

Dimissioni a Salò

28/02/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.z.

Giuseppe Mongiel­lo, ex pro­fes­sore di belle let­tere all’is­ti­tu­to tec­ni­co Bat­tisti, rin­uncerà alla car­i­ca di vice-sin­da­co e di asses­sore (Pub­bli­ca istruzione, Cul­tura). Mongiel­lo, ex democris­tiano, numero 1 per cinque anni dopo il reg­no di Ric­car­do Mar­chioro, è diven­ta­to a dicem­bre pres­i­dente del­la . I nuovi impeg­ni lo han­no indot­to a gettare la spugna sul fronte munic­i­pale. Pur con­ser­van­do la car­i­ca di respon­s­abile del­la «Civi­ca rac­col­ta del dis­eg­no», sostenu­ta finanziari­a­mente anche dal Bro­let­to, e pur garan­ten­do il pro­prio appor­to «a un paio di inizia­tive all’an­no», Mongiel­lo ced­erà la Pub­bli­ca istruzione a Alber­to Colom­bo. Del­la Cul­tura si occu­perà invece il sin­da­co , che ha già annun­ci­a­to di vol­er risis­temare la Sala dei Provved­i­tori (a par­tire dal pavi­men­to) per ospitare mostre, con­veg­ni, con­cer­ti. Saran­no spe­si 450 mil­ioni, inclusa la sis­temazione del­lo scalone ovest.

Parole chiave: