A Sirmione la premiazione del concorso poetico del periodico

«Dipende», ecco tutti i vincitori

14/12/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
m.to.

Anche la ses­ta edi­zione del con­cor­so di «Dipende — » è anda­ta in archiv­io. Ieri, al di Sirmione, si è infat­ti svol­ta la pre­mi­azione dei 27 vinci­tori des­ig­nati dal­la giuria dopo una duris­si­ma selezione tra le 260 opere per­venute. «L’in­ter­esse del con­cor­so si man­i­fes­ta — spie­ga Raf­fael­la Vis­con­ti, edi­tore del men­sile di cul­tura e spet­ta­coli «Dipende» — nel rias­sun­to tem­ati­co dei lavori selezionati che coin­vol­go­no tut­ti i dialet­ti par­lati sulle rive del lago ed è per questo moti­vo che la sezione prin­ci­pale del pre­mio è ded­i­ca­ta pro­prio ai ver­si scrit­ti in bres­ciano, veronese, trenti­no e man­to­vano». A con­seg­nare i pre­mi è inter­venu­to anche il con­sigliere comu­nale di Desen­zano Enri­co Cug­i­ni, assieme a Velise Bon­fante e agli altri orga­niz­za­tori. Ed ecco i vinci­tori. Poe­sia dialet­tale: 1° Dario Tor­na­go, Bres­cia («L’atùr»), 2° Clelia Mon­tani Inz­er­il­lo, Bres­cia («Sura la me spala destra»), 3° Nadia Zani­ni, Bovolone («Dedrìo a un sospiro de luna»). Seg­nalazioni: Mar­co Gat­ti, Bres­cia («On angel col tutù»), Clau­dio Ascolti, Bres­cia («G’ha miga scarpe la luna»), Gabriele Tove­na, Desen­zano («Le scale»), Giu­liana Bernasconi, Bres­cia («Zoch de stra­da»). Poe­sia in ital­iano: 1° Car­li­na Valente, Bres­cia («Sen­so»), 2° Cor­ra­do Cal­leri, Riv­oltel­la («»), 3° Beat­rice Por­ti­oli, Verona («Momen­to»). Seg­nalazioni: Mar­i­uc­cia Pedron, Goito («Inson­nia»), Enri­co Savol­di, Ghe­di («E’ già pri­mav­era»). Sezione Haiku dialet­tali: 1° Pietro Sini­co, Mon­tichiari; 2° Grazia Binel­li, Tor­bole; 3° Raf­fael­lo Spag­no­li, Bovez­zo. Seg­nalazioni: Pietro Trec­ca­ni, Calvisano; Maria Rosa Bertelli­ni, Bres­cia. Haiku ital­iano: 1° Mas­si­mo Grande, Bres­cia; 2° Davide Zanafre­di, Rivaro­lo Man­to­vano; 3° Ste­fano Mura, Riv­oltel­la. Seg­nalazioni: Margheri­ta Alec­ci Scarpa, Desen­zano; Lau­ra Gerosa, Rez­za­to; Pin­uc­cia Pien­az­za, Desen­zano. Infine, il pre­mio Lidya Valli­no Lus­sig­no­li è anda­to a Clara Bom­baci Vival­di (Sirmione); per la sezione «Don­na del lago» ad Adri­ana Zag­nag­no­li (Bres­cia). Seg­nalati Pieri­no Pini e Ida Tagliabue.

Parole chiave: