L'educazione al sentimento trova spazio nel piano di diritto allo studio

Diritto allo studio

06/11/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Moniga del Garda

Cul­tura e tem­po libero nei prog­et­ti con­tenu­ti nel piano per il dirit­to allo stu­dio che riguar­da le scuole del­l’ob­bli­go di Moni­ga del Gar­da. Per la scuo­la mater­na — spie­ga il con­sigliere del­e­ga­to Manuela Vez­zo­la — è sta­ta pre­vista l’at­ti­vazione di una per­sona qual­i­fi­ca­ta a sosteg­no dei bim­bi por­ta­tori di hand­i­cap. Nel­la scuo­la ele­mentare sarà ripro­pos­to il col­lauda­to prog­et­to Arte e scien­za, fra l’al­tro adot­ta­to in gran parte delle scuole del­la Valte­n­e­si. Gli alun­ni del­la scuo­la ele­mentare si avvicin­er­an­no da quest’an­no al teatro, con un cor­so apposi­ta­mente stu­di­a­to per loro e cura­ta dal­l’at­tore e reg­ista Faus­to Ghi­rar­di­ni. «Una inizia­ti­va sen’al­tro inter­es­sante — dice Manuela Vez­zo­la — e un’oc­ca­sione in più per i bam­bi­ni per conoscere una realtà come il teatro, spie­ga­ta da un esper­to in mate­ria». Per gli stu­den­ti del­la scuo­la media il piano prevede prog­et­ti di edu­cazione socioaf­fet­ti­va, per l’in­teg razione di alun­ni stranieri, un lab­o­ra­to­rio di ceram­i­ca, una serie pro­gram­mate di escur­sione per i sen­tieri del­la zona, il lab­o­ra­to­rio teatrale, stage di anato­mia mirati alle cor­rette posizioni sui banchi di scuo­la ed infine anche cor­si inte­gra­tivi di una sec­on­da lin­gua straniera.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti