Nei programmi della Giunta municipale, infatti, c'è l'intenzione di cedere il vecchio campo sportivo che si estende per 11.500 metri quadrati.

Discussioni per la cessione del vecchio campo sportivo

21/04/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
se.za.

La ces­sione del vec­chio cam­po da cal­cio “Car­lo Amadei” a Cam­pov­erde, rimane al cen­tro delle dis­cus­sioni a Salò.Nei pro­gram­mi del­la Giun­ta munic­i­pale, infat­ti, c’è l’in­ten­zione di cedere il vec­chio cam­po sporti­vo (che si estende per 11.500 metri qua­drati), las­cian­do quin­di la pos­si­bil­ità di edi­fi­care 13 mila metri cubi, ai quali cor­risponde un incassò, in oneri di urban­iz­zazione, di quat­tro mil­iar­di e mez­zo, iC’è ora da reg­is­trare la pre­sa di posizione del­la soci­età di cal­cio, gui­da­ta da Aldo Caf­fi. I diri­gen­ti han­no esam­i­na­to il prog­et­to del­la ven­di­ta (a pri­vati, inten­zionati a costru­irvi appar­ta­men­ti, per un impor­to di quat­tro mil­iar­di e mez­zo di lire) e del­la real­iz­zazione di un nuo­vo ret­tan­go­lo in ter­ra bat­tuta, fra le piscine e il nuo­vo sta­dio “Lino Turi­na”, su cui dirottare l’at­tiv­ità gio­vanile. E stor­cono la bocca.“Noi — spie­ga il gen­erai man­ag­er Euge­nio Olii — non accetti­amo l’idea di fare a meno degli spoglia­toi attac­cati al cam­po. Sono decine e decine i ragazzi che si allenano nel cor­so del­la set­ti­mana. Un via vai con­tin­uo, che richiede adeguate strut­ture. Non è pos­si­bile andare a cam­biar­si a due­cen­to metri di dis­tan­za, all’in­ter­no del­lo sta­dio Lino Turi­na. Sia chiaro che noi non boc­ciamo l’ipote­si ven­ti­la­ta. Però dici­amo chiaro e ton­do che, pri­ma di abban­donare il glo­rioso Car­lo Amadei, vor­rem­mo una strut­tura completa”.Il brac­cio di fer­ro è solo agli inizi..