La fiera delle attrezzature per disabili

«Dishow», la tecnologia che fa sorridere la vita

01/05/2005 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo
Francesco Di Chiara

Per Dishow è arriva­to il tem­po del­la sec­on­da edi­zione. I padiglioni del accoglier­an­no l’iniziativa con­cepi­ta da Staff Ser­vice e Pao­la Vilar­di, pres­i­dente del con­siglio provin­ciale che dell’evento sarà anco­ra la mad­ri­na. Il sipario sul «Dishow2005», rasseg­na delle tec­nolo­gie per miglio­rare la qual­ità del­la vita delle per­sone dis­abili, si aprirà ven­er­di prossi­mo. La fiera potrà essere vis­i­ta­ta fino al 9 mag­gio. «Si trat­ta — ha spie­ga­to la Vilar­di -, di un’opportunità per stare dal­la parte dei più deboli, in par­ti­co­lare i bam­bi­ni, gra­zie al prezioso lavoro svolto da decine di asso­ci­azioni di volon­tari­a­to». A propos­i­to di aiu­to ai dis­abili e supera­men­to delle bar­riere architet­toniche, l’assessore provin­ciale per la famiglia Ric­car­do Mini­ni in sede di pre­sen­tazione dell’evento ha promes­so che la Provin­cia «sta da tem­po avvian­do una map­patu­ra in tut­to il bres­ciano per capire meglio dove inter­venire, in locali pub­bli­ci ed aree tur­is­tiche in par­ti­co­lare, per ren­dere migliore la vita di tante per­sone diver­sa­mente abili». Tra gli spet­ta­coli è da seg­nalare quel­lo del 7 mag­gio quan­do in fiera andrà in sce­na la rap­p­re­sen­tazione de «La Gira­vol­ta» di Pao­la Carmignani, con la regia di Sara Poli. Con del­i­catez­za ver­rà trat­ta­to il tema dell’Alzheimer. Di attual­ità anche il con­veg­no sul­la fecon­dazione assis­ti­ta, la gior­na­ta ded­i­ca­ta alla famiglia e l’incontro con Fab­rizio Mac­chi, medaglia d’argento alle Paraolimpia­di di Atene. Saran­no oltre un centi­naio gli espos­i­tori pre­sen­ti men­tre il liceo Artis­ti­co Olivieri e l’Associazione Home­rus daran­no un fon­da­men­tale con­trib­u­to orga­niz­za­ti­vo. Il «Dishow 2005» è patro­ci­na­to, da Comune, Provin­cia (che sarà pre­sente con ben 7 Asses­so­rati ed un grande stand), e Regione.