Risolto il problema dei camion allo Staffolo

Divieti e percorsi alternativi

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
e.b.

Alcune pre­oc­cu­pazioni riman­gono, ma la mag­gior parte dei prob­le­mi del quartiere Staffo­lo è sta­ta risol­ta. In questo modo il diret­ti­vo di zona, guida­to dal con­sole Giu­liano Dal­la­mano e dal seg­re­tario Vin­cen­zo Beschi, fa un bilan­cio dei lavori a favore dei cit­ta­di­ni che vivono tra la provin­ciale per Carpenedo­lo e la ex statale che con­duce a Man­to­va. Una delle mag­giori ques­tioni era quel­la del tran­si­to dei mezzi pesan­ti da e per le cave di ghi­a­ia: grossi auto­car­ri che attra­ver­sa­vano il com­par­to res­i­den­ziale. Da alcu­ni mesi sono sta­ti posti dei divi­eti di cir­co­lazione per i camion, che quin­di usano strade alter­na­tive. «Il prob­le­ma pare risolto — dicono i mem­bri del diret­ti­vo — ma se qual­cuno nota anco­ra mezzi pesan­ti non autor­iz­za­ti, lo può seg­nalare ai vig­ili urbani». Poi il piaz­za­le delle cor­riere, gra­zie alle seg­nalazioni del­l’am­min­is­trazione, è sta­to mod­i­fi­ca­to il prog­et­to iniziale, con l’al­larga­men­to di via Pisacane e un mar­ci­apiede anche sul lato edi­fi­ca­to. Fra l’al­tro la nuo­va ver­sione del­l’au­tostazione, con una piaz­zo­la di sos­ta sul­la cor­sia nord del­l’ex Goitese, eviterà l’inse­di­a­men­to di un ulte­ri­ore semaforo. Per quan­to riguar­da la sicurez­za del quartiere, gra­zie ad un accor­do tra il diret­ti­vo di zona e i , gli abi­tan­ti potran­no seg­nalare even­tu­ali movi­men­ti sospet­ti al con­sole Dal­la­mano, che riferirà ai mil­i­tari del­l’Ar­ma. «Ci siamo impeg­nati per risol­vere le ques­tioni poste dal­la popo­lazione del­lo Staffo­lo — sot­to­lin­eano i rap­p­re­sen­tan­ti — Nes­suno ha la bac­chet­ta mag­i­ca, ma alcune esi­gen­ze sono state accolte dal comune. Chi­unque abbia sug­ger­i­men­ti e lamentele, può avere come pun­ti di rifer­i­men­to il diret­ti­vo». Per quan­to riguar­da la sala poli­va­lente più volte chi­es­ta dal quartiere, inter­viene l’asses­sore Ange­lo Tagliani, res­i­dente allo Staffo­lo: «Attrezzer­e­mo a verde pub­bli­co un’area di via Fer­mi — spie­ga — In quel­l’am­bito potrà sorg­ere una strut­tura per la popo­lazione. Ques­ta zona non è mai sta­ta trascu­ra­ta dal­la nos­tra amministrazione».

Parole chiave: