L’asparago bianco è il re della sagra tra musica, luna park e visite culturali

Dodicesima edizione della «Festa degli asparagi»

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
(c.m.)

Sono sta­ti baciati dal sole i pri­mi due giorni del­la dodices­i­ma edi­zione del­la «Fes­ta degli aspara­gi» che tra stand enogas­tro­nomi­ci, pre­li­batezze a base di aspara­go e buon ha pre­so il via lo scor­so fine set­ti­mana nel­la piaz­za cen­trale del paese, tra la chiesa par­roc­chiale e il munici­pio. Sen­za con­tare i giochi e l’animazione per i più pic­coli e la musi­ca dal vivo con pista da bal­lo per gli appas­sion­ati di pol­ka, valz­er e mazur­ca, sono sta­ti numerosi quest’anno i tur­isti, anche stranieri, che han­no fat­to tap­pa alla sagra del­la comu­nità. Ma la tradizionale fes­ta di Riv­o­li, che l’omonimo comi­ta­to ha mes­so in pie­di in col­lab­o­razione con il Comu­nale, la Provin­cia di Verona, la Comu­nità Mon­tana del , il Con­sorzio Ter­rade­ifor­ti e il prezioso appor­to delle asso­ci­azioni locali, rag­giungerà il suo cul­mine nei prossi­mi giorni. Da oggi a lunedì gli stand allesti­ti per l’occasione sforner­an­no anco­ra il piat­to più cel­e­bra­to dell’intera fes­ta, il risot­to a base di aspara­go bian­co, dal 2000 riconosci­u­to con decre­to min­is­te­ri­ale prodot­to agroal­i­menta­re tradizionale. Oggi la cuci­na aprirà alle 18.30 per la cena e a par­tire dalle 21 la fes­ta pros­eguirà con la musi­ca dal vivo dell’orchestra Pao­la e Loris. Domani invece gli stand apri­ran­no i bat­ten­ti già a mez­zo­giorno per accogliere quan­ti non sapran­no resistere alla ten­tazione di un assag­gio e i ciclisti che dis­put­er­an­no il Pri­mo Gran Pre­mio ciclis­ti­co «Avesani»; dalle 21 anco­ra bal­li con l’orchestra Armo­ny Band. Domeni­ca alle 11, come da tradizione, mes­sa solenne con la parte­ci­pazione del­la corale San Gio­van­ni Bat­tista quin­di fes­ta in piaz­za per tut­to il giorno e la sera spet­ta­co­lo dell’orchestra Jolan­da Moro. La sagra ded­i­ca­ta agli aspara­gi colti­vati nel­la cam­pagna riv­o­lese ter­min­erà lunedì con gli stand aper­ti dalle 18.30 e la chiusura in musi­ca con il grup­po Carosel­lo Ital­iano. Durante il lun­go fine set­ti­mana di fes­ta fun­zion­erà inoltre la pesca di benef­i­cen­za in una sala par­roc­chiale e un luna park alli­eterà i bam­bi­ni. Inoltre, per chi lo desidera, non mancher­an­no le occa­sioni per conoscere da vici­no le bellezze architet­toniche e artis­tiche del ter­ri­to­rio di Riv­o­li. Domani alle 15 e domeni­ca alle 10 al forte Wohlge­muth sul monte Castel­lo, dove rimar­rà aper­to durante tut­ti i giorni di fes­ta il del­la Grande Guer­ra. In cen­tro paese saran­no aperte al pub­bli­co anche le sale del Museo Napoleon­i­co, men­tre domeni­ca il grup­po Ctg El Viss­inèl pro­por­rà una visi­ta gui­da­ta nei din­torni di Riv­o­li: ritro­vo alle 9 davan­ti alla chiesa parrocchiale.

Parole chiave: -