Il prologo si era avuto il 20 ottobre all'ossario di San Martino, con la bandiera disegnata da centinaia di alunni delle elementari. Il 16 marzo la lunga notte dell'Unità sotto la Torre con un concerto della fanfara dei Carabinieri

Dodici mesi di eventi sotto il Tricolore

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Se con­ti­amo anche il pro­l­o­go del 20 otto­bre scor­so, quan­do ai pie­di del­la Torre di S. Mar­ti­no centi­na­ia di alun­ni delle ele­men­tari, con stra­or­di­nar­ia core­ografia, com­posero un tri­col­ore, si può ben dire che a Desen­zano il pro­gram­ma delle man­i­fes­tazioni per il 150° del­l’U­nità d’I­talia alla fine dur­erà un anno, fino al 6 novem­bre prossi­mo.  Gra­zie ad una stra­or­di­nar­ia mobil­i­tazione di enti e pri­vati, di asso­ci­azioni di volon­tari­a­to e per­son­ag­gi del­la cul­tura, è sta­to appronta­to un cartel­lone di even­ti che pro­por­rà in 12 mesi intrat­ten­i­men­ti musi­cali, mostre e rasseg­ne, dibat­ti­ti e spet­ta­coli pirotec­ni­ci e fol­cloris­ti­ci, sfi­late e rie­vo­cazioni in cos­tume, gare sportive. Ce n’è per tut­ti per ono­rare i 150 anni.  UN LAVORO inizia­to da oltre un anno dal Comune di Desen­zano (il coor­di­na­men­to è sta­to cura­to dal fun­zionario Lil­iana Bugna) con al suo fian­co la Soci­età Solferi­no e S. Mar­ti­no e il patrocinio di Regione e Provin­cia, uni­ta­mente alle asso­ci­azioni d’ar­ma, sportive e cul­tur­ali locali. Lo ha sot­to­lin­eato il sin­da­co Cino Anel­li nel pre­sentare uffi­cial­mente l’inizia­ti­va a palaz­zo Bagat­ta, davan­ti a rap­p­re­sen­tan­ti delle e d’ar­ma. C’è da anno­tare però un’im­por­tante novità, che potrebbe schi­ud­ere inter­es­san­ti finanzi­a­men­ti per il pat­ri­mo­nio bres­ciano del Risorg­i­men­to. «C’è un prog­et­to di legge regionale — ha annun­ci­a­to il con­sigliere regionale Mau­ro Paroli­ni, pre­sente col pres­i­dente del­la Soci­età Solferi­no e S. Mar­ti­no Faus­to Fon­dri­eschi — che mette a dis­po­sizione 1 mil­ione di euro per il restau­ro di cimeli e mon­u­men­ti risorg­i­men­tali, ma anche per le cel­e­brazioni del 150esimo. E con un pro­gram­ma così den­so di even­ti, Desen­zano non potrà che essere pre­sa in con­sid­er­azione».  Fon­dri­eschi ha sot­to­lin­eato «il val­ore del­l’u­nità del nos­tro Paese e l’or­goglio di sen­tir­ci ital­iani, e al di là di queste man­i­fes­tazioni è impor­tante trovar­ci uni­ti attorno a questo val­ore». Venen­do al pro­gram­ma uffi­ciale, l’e­sor­dio sarà domeni­ca 13 mar­zo (con bis la domeni­ca suc­ces­si­va) col con­cor­so a pre­mi «La vet­ri­na del Tri­col­ore» in col­lab­o­razione con i com­mer­cianti e la Pro Loco. La gior­na­ta clou sarà il 16 mar­zo: alle 18.30 al com­p­lesso mon­u­men­tale del­la Torre si aprirà la lun­ga notte tri­col­ore con un con­cer­to del­la fan­fara del 3° btg Lom­bar­dia, segui­ta dal­la con­tem­po­ranea illu­mi­nazione tri­col­ore di palaz­zo Tode­s­chi­ni, del Castel­lo, di Vil­la Brunati e del­la Torre; quin­di alle 20 degus­tazione gra­tui­ta di prodot­ti locali, a cura del Grup­po S. Mar­ti­no e del­la Stra­da dei Vini e Sapori del Gar­da; infine alle 21.30 spet­ta­co­lo pirotec­ni­co e aper­tu­ra stra­or­di­nar­ia e gra­tui­ta dei luoghi del­la memo­ria.